E ora è quasi Natale

La Cartoleria Matisse in via Broseta Un mondo fatto di piccole cose

La Cartoleria Matisse in via Broseta Un mondo fatto di piccole cose
02 Dicembre 2015 ore 12:12

Ci sono luoghi che hanno il potere di farci tornare bambini, basta metterci dentro il naso una volta per rivivere le stesse sensazioni che, da dodicenni, erano come una scarica di adrenalina: un astuccio nuovo, il diario come fedele compagno di un anno, tante matite e pennarelli colorate, pastelli a cera, penne cancellabili e quaderni a righe, a quadretti, a quadretti un po’ più grandi… Ogni articolo contenuto in una cartoleria è fonte di gioia a quell’età nonché strumento per realizzare chissà quale fantasmagorico disegno. «Mi è sempre piaciuto il contatto con la carta e coi colori», Norma Rossi scopre subito le carte in tavola: lei è la proprietaria della cartoleria Matisse di via Broseta 34 a Bergamo, a due passi da Piazza Pontida.

8 foto Sfoglia la gallery

«Amo l’aspetto creativo del mio lavoro e il fatto che ogni giorno sia diverso dall’altro» sottolinea da dietro il bancone. 40 metri quadrati che sanno di buono, colmi di piccoli oggetti di tutti i giorni di cui nessuno, grande o piccolo che sia, potrebbe fare a meno. «Non esiste un target specifico di riferimento, perché i miei clienti sono sia adulti che bambini – continua – in cartoleria entra tutta la famiglia, per rispondere alle esigenze della scuola, per la cancelleria di casa, per acquistare materiale tecnico, ma non mancano nemmeno i professionisti e gli impiegati della zona che devono acquistare una calcolatrice, un’agenda o anche solo una risma di carta».

Chi abita o bazzica spesso in centro città potrebbe pensare che la cartoleria Matisse abbia aperto a gennaio 2015, ma in realtà si è trattato solo di un trasferimento: «Ho aperto il primo punto vendita nel 2009 al Villaggio degli Sposi, in via Sant’Ambrogio, ma dopo sei anni ho chiuso quella saracinesca per riaprire qui – spiega Norma – cercavo un posto più centrale e che godesse di un passaggio maggiore di gente rispetto a una zona periferica» e le sue previsioni si sono avverate.

4 foto Sfoglia la gallery

Con un’affluenza di circa trenta persone al giorno, con momenti di punta all’ora dell’uscita dalle scuole, la signora Rossi a cinquant’anni ha avverato il suo sogno. Dopo aver preso il diploma al liceo linguistico e dopo aver lavorato in un ufficio commerciale, la titolare di Matisse si è dedicata alla famiglia e ai figli finché è stato necessario, dopodiché ha pensato a cosa avrebbe voluto fare da grande e l’ha realizzato: «Adoro questo piccolo mondo che parla di me, adoro i protagonisti che lo popolano, questi utili e accattivanti oggetti dal sapore quotidiano e rassicurante. Mi gratifica anche il parere dei miei clienti, che apprezzano gli articoli che espongo e anche il modo in cui li espongo e li presento».

Oltre a tutto il necessaire per scuola e ufficio, la sua cartoleria ospita anche idee regalo, carta regalo, articoli da confezione, shopper, nastri e tanti spunti riforniti da aziende di nicchia che producono prodotti per bambini, «ci sono giochi a incastro ecologici di cartone fustellato dell’azienda italiana MagicWorld: sono trenini, animali e, per Natale, è uscito anche il presepe da montare e colorare con acquerelli – tutta un’altra cosa rispetto alla plastica proposta dalla grande distribuzione che accende i led e spegne la creatività – altra chicca è un’azienda svizzera che produce giochi di legno dal fascino d’antan (la Hape Toys, uno dei maggiori produttori mondiali di giocattoli in materiali sostenibili), poi ci sono i giochi da tavolo, giochi da interpretare, personaggi delle favole e altri ancora che stimolano i bambini piccoli a imparare mentre si gioca».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia