Anniversario

L’Università di Bergamo fa festa sulla terrazza dell'ex collegio

L’Università di Bergamo fa festa sulla terrazza dell'ex collegio
Viva Bèrghem 29 Settembre 2018 ore 10:15

Nel lontano 1968, l’anno della contestazione, nasceva un’istituzione culturale che oggi sta raggiungendo numeri insperati, fino a qualche anno fa, sia in materia di corsi che di iscritti: l’Università degli Studi di Bergamo. Le iniziative di apertura alla città, per festeggiare il 50esimo, si sono susseguite senza soluzione di continuità fin da gennaio. Cinema nell’aula magna di Sant’Agostino, incontri di prestigio, anche una corsa non competitiva molto partecipata. Tanta cultura, chiaro, e non solo. Si fa anche festa. Come sabato 29, dalle 16 a mezzanotte circa, con Uni.Party, con ingresso gratuito e aperto a tutti.

4 foto Sfoglia la gallery

Divertimento con un po’ di spessore, però, perché la mission fondamentale dell’ateneo non va accantonata neppure quando si brinda. «Uni.Party è il contributo degli studenti ai festeggiamenti del 50esimo anniversario di UniBg: volevamo creare un’occasione speciale per riscoprire la nostra storia e condividerla con tutti - afferma Andrea Saccogna, rappresentante degli studenti -. Come all’università abbiamo fatto ricerca e abbiamo scoperto curiosità nascoste nel cuore di Bergamo, così le abbiamo inserite in un “urban gaming” fotografico, una caccia alla foto dove passato e presente si incontrano, ma soprattutto un’esperienza che gli studenti possono condividere con amici e cittadini. E poi, come ad ogni festa che si rispetti, ci abbiamo messo la musica».

All'ex collegio Baroni. Fulcro della festa studentesca la bella terrazza dell’ex collegio Baroni, in via Pignolo 121-123. A guidare il primo appuntamento, la caccia al tesoro fotografico, un bergamasco Doc come Omar Fantini, conduttore e protagonista del laboratorio “Ridi n’ Bergamo”. Il cabarettista introdurrà gli indizi in rima che i concorrenti dovranno avere l’abilità di risolvere per scoprire luoghi e testimonianze nascoste. Per iscrizioni e maggiori informazioni: 50unibg.it/event/uni-party. In serata, invece, dalle 19, street food con truck parcheggiati direttamente in terrazza e musica dal vivo. Suonano tre band del territorio: Pau Amma, Elefanti e Cornoltis.

Cornoltis. Partiamo dal fondo. I Cornoltis nascono nel 2008 e fanno della rima demenziale la loro bandiere. Negli anni hanno condiviso il palco con band del calibro di Punkreas, Ricky e i suoi amichi (ex Aborti mancati), Persiana Jones, Dot Vibes, Sir Oliver Skardy (ex Pitura Freska), Mellow Mood, Fabio Testoni degli Skiantos, il Bepi, la Banda Osiris, Statuto, Casino Royale, Pornoriviste, Vallanzaska, Peter Punk, Rumatera, Ruggero dei Timidi e molti altri.

Elefanti. Elefanti è un progetto indie-underground che nasce dall’incontro tra Francesco “Shamble” Arciprete e Matteo “Teo” Belloli. Il gruppo si forma a tutti gli effetti nell’autunno 2015. Nel giugno 2016 esce “Noi siamo elefanti”, il loro primo disco. L’album è anticipato dal singolo “Nel Vortice (Non è facile)”, accompagnato da videoclip adrenalinico diretto da Ivica Caglioni uscito, in esclusiva per Impatto Sonoro, il primo marzo del 2016.

Pau Amma. Pau Amma, infine, è un progetto psychedelic pop nato a Bergamo nel 2016, nella camera di Gregorio Manenti. La formazione viene completata nel gennaio 2018 con l'aggiunta di Andrea Moriggi, Giulio Mastropietro, Alessandro Seminati. Il sound sospeso e sognante, trae la sua ispirazione dalla psichedelia, dal progressive e dal cantautorato italiano degli anni ‘70. I Pau Amma iniziano la loro attività live nella primavera di quest'anno, 2018, aggiudicandosi a luglio il concorso Nuovi Suoni Live.