Il 3 aprile alle 16.30

Ode alla bergamasca stracciatella È la sfida tra gelatai a Clusone

Ode alla bergamasca stracciatella È la sfida tra gelatai a Clusone
03 Aprile 2017 ore 11:36

La stracciatella ha il cuore bergamasco. Anzi, addirittura il Dna. Uno dei gusti di gelato più noti in Italia (e da qui, nel mondo), infatti, è nato proprio a Bergamo. Merito di Enrico Panattoni, ovvero l’uomo che diede vita a uno dei bar-pasticceria più noti della nostra città: La Marianna. Padre di Popi (soprannome di Fabrizio) e nonno di Niccolò, oggi al timone dell’attività, fu Enrico, nel 1961, a inventarsi la stracciatella: fiordilatte arricchito da grosse scaglie di cioccolato fondente. L’idea pare abbia origine dalla ricetta della stracciatella alla romana (brodo bollente, in cui viene immerso un uovo crudo che, per via dell’alta temperatura, si “straccia” nel piatto), semplicemente trasportata dal piatto bollente al freezer. Non stupisce, dunque, che proprio la stracciatella sia il tema centrale della quinta edizione del “Concorso gelateria artigianale” in programma il 3 aprile a Clusone, una sfida a colpi di cono promossa dai Gelatieri Bergamaschi di Ascom Bergamo Confcommercio alla Scuola Alberghiera ABF.

 

[Enrico Panattoni prepara una coppa gelato a La Marianna]

 

Si parte alle 16.30, quando sia studenti che professionisti del mestiere si sfideranno a suon di tecnica e fantasia per conquistare la giuria con reinterpretazioni personali della stracciatella, partendo da una base fiordilatte non variegata e lavorando sul cioccolato. Partecipano al concorso ben dodici gelaterie del territorio orobico e diciassette studenti di istituti alberghieri, più precisamente di quelli di Sarnico, Nembro, San Pellegrino e della Fondazione ISB di Torre Boldone. I parametri su cui verranno giudicati i prodotti finali sono tre: gusto, struttura e originalità. A valutare questa golosissime creazioni ci sarà una giuria qualificata, presieduta dal Maestro Pierpaolo Magni, fondatore della “Coppa del Mondo di Gelateria” e presidente del Comitato d’onore, e composta da Pierpaolo Magni, Emanuela Balestrino, Alessia Mazzola, Franco Irranca e Giuseppe Cereda.

 

 

 

Ma non solo: subito dopo la sfida, infatti, gli studenti potranno anche seguire una conferenza intitolata “A scuola di passioni” e animata da due giovani ospiti: Matteo Corna della gelateria Gelatiamo di Treviolo, che presenterà la torta Ciocoexperience, e Mattia Cortinovis, medaglia d’argenti alla Coppa del mondo di pasticceria juniores tenutasi a gennaio a Rimini, che invece racconterà ai presenti le sue praline “mondiali”. L’obiettivo di questa conferenza è mostrare ai ragazzi come anche da giovani si possa aver successo in questo settore professionale, purché dietro ci sia voglia di sacrificio e tanta passione, oltre all’immancabile creatività. Chissà che, da questo concorso, non esca un nuovo talentuoso gelataio, e soprattutto un nuovo gusto di gelato tutto da gustare. Attendiamo fiduciosi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia