Dalle armi all'abbigliamento

Raffus al Centro Zebra di Curno Il regno di chi gioca alla guerra

Raffus al Centro Zebra di Curno Il regno di chi gioca alla guerra
10 Giugno 2015 ore 16:36

Raffus-Devid-Rotasperti-Photographer (18)

 

Un negozio colmo di armi, pistole elettrice a gas o a molla, abbigliamento militare, armi vintage, bersagli, pallini in plastica oppure biodegradabili, bombe ananas che diventano portachiavi. E poi, una grande gabbia che rinchiude un distributore di armi che possono essere acquistate solo da chi ha la licenza per il porto d’armi.

Raffus, al primo piano del Centro Zebra, in via Fermi 56 a Curno, è quanto di meglio ci si possa aspettare per chi ama lo sport del Soft-Air e il mondo delle armi in generale. Un’attività nata oltre vent’anni fa da una passione, quando il titolare Cosimo Tulino conobbe per caso questo sport. «In sostanza è un po’ come giocare alla guerra – racconta Cosimo, personaggio celebre nel campo del Soft-Air -. Una volta, quando si era piccoli si emulavano gli indiani e i cow-boy, ora invece ci si diverte imitando i soldatini con armi in plastica polimerica e metallo. Sebbene siano solo delle riproduzioni, le armi si avvicinano molto al peso delle originali, perché la sensazione deve essere quella di usare un’arma vera, di essere davvero in battaglia». Non c’è un’età precisa per giocare a Soft-Air. «La legge dice che per acquistare le attrezzature per il Soft Air si deve aver compiuto almeno sedici anni – continua Cosimo, una corporatura da guerriero che ben rappresenta l’attività – però abbiamo genitori che vengono con i figli di dieci anni per divertirsi con loro, senza alcun pericolo». Si può fare la guerra, oppure giocare al tiro dinamico, che consiste in un percorso dove colpire diversi bersagli, calcolando il tempo nel quale li si è letteralmente abbattuti.

Moltissime le armi a disposizione: quelle principali sono l’M4 e K47, con un costo che parte dagli 80 euro in su, da impugnare vestiti con tanto di anfibi, tute mimetiche ed elmetti. «Abbiamo un grande assortimento di divise utilizzate dagli eserciti di tutto il mondo, che noi recuperiamo per metterle poi in vendita – sottolinea il titolare di Raffus -. Qui possono essere acquistati i parka della divisa tedesca, ma anche le divise dell’esercito italiano e francese, fino all’abbigliamento ufficiale dell’aeronautica americana e dei Marines. Di molte abbiamo la versione desertica e non. Alcune poi hanno ancora i nomi dei soldati che le hanno portate, con tanto di gradi e patch, per chi ama indossare una divisa completa anche nella quotidianità».

Il nome stesso del negozio richiama la guerra. Raffus era infatti un legionario leggendario che sotto l’impero di Cesare attraversò prima la Gallia e poi la Bretagna. Il costo per il Soft-Air? 60 euro all’anno per la tessera, più il costo dell’attrezzatura che varia a seconda dell’abbigliamento e delle armi scelte. Ci si può anche iscrivere per una divertente guerra tra amici, con un minimo di dieci persone, magari per regolare qualche piccolissimo conto in sospeso, senza alcun rancore ma solo tanto divertimento!

16 foto Sfoglia la gallery
Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve