Viva Bèrghem
Un successo, fino a Cape Town

Save my BAG in via XX Settembre Coloratissime borse Made in Bg

Save my BAG in via XX Settembre Coloratissime borse Made in Bg
Viva Bèrghem 21 Novembre 2014 ore 08:45

Trenta tonalità di colore, dall'azzurro Tiffany al blu ottanio, dal fango Chanel al rosso Valentino, il tutto decorato da un lucchetto con nastrino. Parliamo di Save My BAG, borse grintose e giovanili, che da un anno a questa parte hanno letteralmente conquistato il centro (e il cuore) di Bergamo. Ideatori e produttori di queste meraviglie in feltro e lycra sono Stefano Agazzi e Valentina Azzia, coppia fissa nella vita e nel lavoro che, ispirandosi alla Birkin di Hermes, hanno creato la linea di borse siglata da un grazioso lucchetto.

In realtà queste coloratissime bag erano un omaggio distribuito in fiera a coloro che acquistavano i packaging di lusso dall'azienda To Be Packing, nata nel 1999 per volontà di Stefano. Un omaggio non solo era graditissimo, ma estremamente comodo, visto che le clienti utilizzavano le borse in lycra per nascondere i ben più preziosi accessori griffati. «Abbiamo notato che il gesto di proteggere la borsa, inserendola nelle nostre bag, si ripeteva di continuo – racconta Valentina – e che le borsette andavano letteralmente a ruba. Abbiamo deciso allora di partire per una nuova avventura, iniziando a produrle nell'ottica della vendita». Nasce così l'azienda SediciSei che, a sua volta, dà vita alle Save My BAG.

Il nome delle borse si rifà, ovviamente, al gesto di protezione da cui è nata l'ispirazione, che trova il suo completamento nel simbolo di un lucchetto. Accattivante la grafica del logo, che trasforma la A di BAG in un lucchetto rosa, evidenziando così le lettere BG: ovvero Bergamo. Un'astuzia per sottolineare l'artigianalità di un prodotto realizzato interamente nella nostra provincia, dal tessuto alla lavorazione.

In breve, la lycra e il feltro diventano pochette, portachiavi fatti a mano, mini bag, cover per iPhone e iPad e BAG Weekender, borse comode e spaziose per contenere tutto il necessario per il week-end. Gli accessori vanno dai colori monocromi a fantasie più frizzanti, proposte in edizione limitata. Come Save My Love, la borsa per San Valentino, e quella che spicca ora nel negozio in Via XX Settembre 5, realizzata con una stampa che rivisita i fumetti di Roy Lichtenstein.

«Le nostre BAG sono lavabili a 30°, sono idrorepellenti e hanno la comodità di essere ultraleggere – continua Valentina, mostrando gli accessori femminili –. Sono super resistenti e perfette per una donna giovanile e disinvolta, che cammina con sicurezza per la città».

I numeri confermano questo successo Made in Bergamo: a solo un anno dall'apertura, Save My BAG ha già rivenditori in tutto il mondo: da Valencia a Tokyo, da Mikonos a Singapore, da Okinawa a Miami, fino a Cape Town.

28 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter