Lo spettacolo il 10 marzo

A scuola e sul palco, a Fiorano i genitori sono Amici sul Serio

A scuola e sul palco, a Fiorano i genitori sono Amici sul Serio
28 Febbraio 2018 ore 10:30

Genitori a scuola e sul palco, ma soprattutto… Amici sul Serio. Taglia quest’anno l’importante traguardo dei dieci anni di attività la compagnia teatrale amatoriale di Fiorano al Serio, che sabato 10 marzo porterà in scena, nella locale Sala della Comunità lo spettacolo Gobbo il re, storta la regina di Salvadore Aquilino. Il particolare compleanno sarà l’evento inaugurale della quinta edizione del Festival La Vallata dei Libri Bambini, ideato da Roberto Squinzi, che proporrà un articolato programma sino al 25 marzo.

 

 

L’inizio e l’anima. Quella degli Amici sul Serio è una storia semplice e per questo importante, che ha visto trasformarsi in associazione teatrale un’esperienza occasionale maturata in ambito scolastico. «Tutto nacque nel 2008 in seno all’allora Comitato Genitori di Fiorano – conferma la regista Viviana Valsecchi, anima del gruppo – con il semplice intento di divertire i nostri bambini in maniera gioiosa. Grazie ai primi applausi e alle attestazioni di stima arrivate da più parti, ci abbiamo preso gusto e passione. Ormai siamo arrivati all’undicesima produzione, ogni volta replicata più volte in diverse scuole della Valle Seriana. Da subito è stato gratificante e stimolante vedere l’altissimo apprezzamento dei bambini: una simile sintonia con il pubblico è elemento essenziale per qualsiasi attore, figuriamoci per dei dilettanti allo sbaraglio come noi».

In fin dei conti il percorso artistico ed educativo messo in atto a Fiorano al Serio è un ritorno all’elementare pedagogia del rapporto umano, che esula dalla sostanziale solitudine di cartoons e videogiochi. Qui a mettersi in gioco nei panni di fatine, lupi, principesse e re malvagi, streghe e cacciatori sono mamme e papà carichi di entusiasmo, che preparano copioni, sceneggiature e scenografie, coinvolgendo i figli (divenuti grandicelli) anche nelle parti musicali, nelle coreografie o nella gestione degli aspetti tecnici, certo più appassionanti dei ripetitivi videogames.

4 foto Sfoglia la gallery

Lo spettacolo del 10 marzo. I dieci anni di attività saranno sanciti, il 10 marzo alle 21, dalla rappresentazione di Gobbo il re, storta la regina, una commedia in rima di Salvadore Aquilino. La messa in scena originale degli Amici sul Serio prevede la regia di Viviana Valsecchi e le coreografie di Martina Mortellaro. «È un testo ricco di forza teatrale – sottolinea Valsecchi – abbinata ad una sottile arguzia in grado di catturare l’attenzione di un pubblico esigente e differenziato come quello di bambini e ragazzi. Qui si incontrano re, regine, contadini, streghe, principi e principesse in un connubio di versi, azione e colore, senza trascurare i grandi messaggi educativi e formativi come la pace, l’amicizia e l’armonia fra popoli e persone differenti. Re didietro e Re davanti si contendono il trono più bello e prezioso, ma la loro avidità li porterà alla guerra. Il Principe e la Principessa avranno il coraggio di ribellarsi ai genitori in difesa della pace».

La sintesi di questa nuova produzione, ma anche quella di dieci anni di attività, è tutta nella rima baciata di una filastrocca che caratterizza il senso dello spettacolo: «Basta, basta con la guerra! Riportiamo la pace sulla terra, l’amore e la giustizia, il frutto dolce dell’amicizia. La violenza non porta che violenza, distrugge innocenza e intelligenza. Facciamo che uno solo sia il castello, progettiamo un futuro più bello. Educhiamo i nostri figli alla vita e che ogni violenza sia finita». Le ragioni di una rima sono anche quelle del cuore.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia