Menu
Cerca
In Città Alta

Soap Box Rally, le auto di legno che possono andare a 70 all’ora

Soap Box Rally, le auto di legno che possono andare a 70 all’ora
Viva Bèrghem 27 Aprile 2019 ore 11:40

«Andavo a settanta all’ora per pura goliardia» avrebbe cantato un giovane Gianni Morandi mettendo il piede a terra dopo una discesa da Città Alta a cavallo di una spider di legno, e senza correre il rischio di bruciare il motore. È questa la velocità che raggiungono a Bergamo le macchinine del Soap Box Rally, di nuovo protagoniste, per la 47esima volta (ma la prima fu nel 1955, cioè oltre 60 anni fa), domenica sulle mura. Velocità che ha portato gli organizzatori – Proloco Bergamo e Teamitalia in collaborazione con il Box Rally Club – a montare un paio di protezioni in più sui veicoli. Per il resto ci si attiene fedelmente al regolamento originale.

4 foto Sfoglia la gallery

La ricetta è quella solita, rassicurante, che se va bene è capace di attirare sui bastioni 40 mila persone. Alle 10, in piazza Mascheroni, punzonatura e verifiche tecniche per dare l’ok a tutti i partecipanti. A seguire, alle 11.30 circa, sfilata delle vetture e punzonatura; la giuria stilerà anche una classifica in base all’originalità e alla fantasia dell’allestimento pensato per le soap box, capaci di trasformarsi in carri carnascialeschi in miniatura. Alle 14.30 la prima manche all’insegna della velocità, da Colle Aperto (partenza a spinta) a Porta Sant’Agostino, per 1.490 metri senza ostacoli. A seguire (ore 16) la seconda manche, il momento più atteso: i nove ostacoli – sabbia, chicane, vasca d’acqua, salto, vasca di schiuma, passerella, scaletta, fumo e freno – garantiscono spettacolo. Perché i piloti qualcuna la combinano sempre, e le macchine qualche pezzo sull’asfalto lo lasciano per forza. Per la gioia dei bambini, che talvolta se ne vanno con frammenti di piccoli capolavori dell’artigianato goliardico. Premiazioni a fine gara (tra le 17.15 e le 18) in zona Sant’Agostino.