ANCHE DA SAVONA E ROMA PER TIFARE ATALANTA

Tamara, mamma Lucia e gli altri 321 bergamaschi a San Siro

Tamara, mamma Lucia e gli altri 321 bergamaschi a San Siro
Viva Bèrghem 25 Settembre 2014 ore 13:54

Stadio Giuseppe Meazza di Milano, mercoledì 24 settembre. L’Atalanta gioca il quarto turno di campionato, la gara è programmata per le 20.45 di un mercoledì lavorativo, ma da Bergamo partono comunque in più di 300 per sostenere la squadra nel difficile impegno contro gli uomini di Mazzarri. Dopo due stagioni di successi purtroppo arriva una sconfitta per 2-0, la prova a è deludente, ma l’applauso anche stavolta se lo merita chi era presente.

Da Bergamo sono partiti 2 bus, uno doppio da 79 posti praticamente esaurito dai ragazzi del gruppo “Chei de La Coriera” e un altro più piccolo con a bordo i club Amici di Parre e Fiorano. L’autostrada A4, a quell’ora, è una decisamente antipatica e così, per evitare problemi, dopo essersi messi in viaggio alle 17.30, i tifosi raggiungono San Siro con largo anticipo.

12 foto Sfoglia la gallery

I volti sono sorridenti, a bordo dei torpedoni e nel parcheggio del settore ospiti (a proposito, 40 euro per una sola partita in un piazzale non custodito sono un autentico furto) c’è grande fiducia. Giorgia, Alessandro, Giuseppe, Tiziana, Nicholas, Francesca, Rita, Alessandro, Marco e tutti gli altri sono carichi. Si vedono gli stendardi di Lecco, Zanica, Parre, Dalmine e molti altri ma ce n’è uno che stupisce sempre.

“Savona Presente” è il vessillo portato da due appassionati liguri, Sara e Luciano. Il loro viaggio è iniziato a Savona ma non si è fermato a Milano, hanno voluto raggiungere Bergamo per partire tutti insieme con il bus e stare in compagnia. Si fermeranno a Bergamo fino a sabato, c’è la Juve da affrontare e non vogliono mancare. Stesso discorso per Mario Ferrari di Roma, tifoso atalantino che è arrivato da solo dalla capitale e ha raggiunto Bergamo in bus dove attenderà la sfida alla Juventus.

I tifosi assiepati nel settore ospiti al terzo anello blu si sono fatti sentire all’inizio. Con il passare dei minuti e la prestazione tutt’altro che entusiasmante della squadra,però, il loro grido si è affievolito ed è stato coperto dal pubblico interista. Molto scarso, per la verità. Con larghi spazi vuoti nelle zone più alte ed il terzo anello per buona parte deserto.

12 foto Sfoglia la gallery

Oltre agli appassionati presenti nel settore ospiti, ci sono anche due super tifose che hanno vissuto la gara quasi da bordo campo. Tamara, ragazza diversamente abile accompagnata dalla super mamma Lucia, ha raggiunto San Siro poco dopo le 18.30. Il tempo di una piadina fuori dai cancelli, una volta entrate allo stadio le due tifose atalantine hanno seguito la partita con grande attenzione trovandosi però a commentare una sconfitta nella notte meneghina.

4 foto Sfoglia la gallery

Il viaggio di ritorno, insieme a loro, è stato uno spasso. Tra valutazioni tecniche sulle prestazioni dei giocatori, la programmazione della prossima trasferta a Marassi contro la Sampdoria (andare allo stadio, per chi si muove su una sedia a rotelle, non è mai semplice) e qualche dritta sui luoghi più interessanti della Valtellina dove cercar funghi, Tamara e mamma Lucia si sono dimostrate ancora una volta tifose appassionate capaci di sorridere per la partita vissuta assieme a prescindere dal risultato. Sabato con la Juve saranno ancora al loro posto, nel parterre di tribuna dietro alla panchina di Colantuono. Sempre insieme, vicine alla Dea.

 

Alcuni video.

 

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità