Menu
Cerca
La prima volta nel ‘61

Tutte le Atalanta della storia che ci han portato in Europa

Tutte le Atalanta della storia che ci han portato in Europa
Viva Bèrghem 03 Marzo 2017 ore 06:30

In 110 anni di storia, l’Atalanta ha vissuto solo dodici stagioni in giro per l’Europa. Tutti si ricordano la memorabile cavalcata in Coppa delle Coppe ‘87-‘88, ma dagli Anni Sessanta la Dea è stata protagonista anche in diverse altre competizioni continentali.

Stagione ‘61-‘62, Mitropa Cup. Nata nel 1927 e disputata fino al 1992, la Mitropa Cup è conosciuta come riservata alle squadre di Serie B ma era un torneo importante. Nell’edizione del 1961, la Dea arrivò in semifinale affrontando MTK Budapest (0-0 a Bergamo, 1-1 in Ungheria), Partizan Belgrado (3-3 a Bergamo, 2-2 in Jugoslavia) Banik Ostrava (0-0 in Cecoslovacchia e 8-2 a Bergamo) prima della doppia sfida con il Vasas Budapest, che ebbe la meglio grazie alla vittoria per 3-1 in casa dopo che l’Atalanta riuscì a vincere 1-0 a Bergamo.

Stagione ‘62-‘63, Coppa delle Alpi. La Coppa delle Alpi era un torneo italo-svizzero che iniziò nel 1960 e finì nel 1987, antenata dell’Intertoto. L’Atalanta, che vinse in quella stagione la Coppa Italia, arrivò anche in finale nella Coppa delle Alpi affrontando Biel/Grenchen (5-2 in trasferta), il Servette (3-2 a Ginevra) oltre a Inter (1-1 a Bergamo) e Juventus, con cui perse per 3-2 la finale di Ginevra.

 

Atalanta 1963-1964

 

Stagione ‘63-‘64, Coppa delle Coppe. Dopo la vittoria della Coppa Italia, la Dea partecipò per la prima volta alla Coppa delle Coppe, uscendo subito contro lo Sporting Lisbona. A Bergamo la partita finì 2-0 per i nerazzurri, in Portogallo vinsero i lusitani per 3-1 e allo spareggio (al tempo non valevano doppio i gol fuori casa) furono ancora in biancoverdi ad imporsi per 3-1. Nella Coppa delle Alpi, Dea subito fuori nel girone dopo le sconfitte contro Zurigo (2-1 in Svizzera) e Genoa (1-0 in Liguria). A nulla valse la vittoria per 3-0 sul campo del Basilea.

Stagione ‘66-‘67, Coppa Rappan. Torneo internazionale di calcio considerato un altro antenato dell’Intertoto, la Coppa Rappan si disputò tra il 1961 e il 1994 e la Dea vi esordì nel 1966. I nerazzurri giocarono contro DWS Amsterdam (0-1 a Bergamo, 0-1 in Olanda), Racing Strasburgo (1-2 in Francia e 6-1 a Bergamo) e Grenchen (4-0 a Bergamo e 3-2 in Svizzera) ma non arrivarono alle fasi finali.

Stagione ‘67-‘68, Mitropa Cup. Nella seconda partecipazione alla Mitropa Cup, la Dea venne subito eliminata dall’Austria Vienna a causa della sconfitta per 2-0 subita a Bergamo nella gara di ritorno dopo aver vinto all’andata per 2-1 nel mitico stadio Prater.

 

Atalanta 1967-1968

 

Stagione ‘68-‘69, Mitropa Cup. Nella terza partecipazione alla Mitropa Cup, la Dea finì rovinosamente eliminata dalla Stella Rossa di Belgrado. A Bergamo la partita finì 4-2 per gli slavi, mentre al ritorno andò ancora peggio a causa del sonoro 5-1 subito.

Stagione ‘77-‘78, Coppa Rappan. Protagonisti di un ottimo campionato, i bergamaschi giocano per la seconda volta in Coppa Rappan e i risultati sono alterni. L’esordio in casa con il Metz è positivo (vittoria per 1-0 a Bergamo e in Francia) ma contro il Royal Liegi (sconfitta per 3-1 in Belgio, pareggio per 2-2 a Bergamo) e VFL Bochum (sconfitte per 3-1 in Germania 2-1 in casa) arrivò eliminazione.

Stagione ‘87-‘88, Coppa delle Coppe. Grazie alla finale di Coppa Italia giocata e persa con il Napoli, l’Atalanta partecipò per la seconda volta alla Coppa delle Coppe nonostante fosse in B. I nerazzurri superarono Merthyr Tydfil (sconfitta 2-1 in Galles, vittoria per 2-0 a Bergamo), Ofi Creta (1-0 per i greci all’andata, 2-0 per la Dea a Bergamo) e Sporting Lisbona (vittoria per 2-0 a Bergamo, 1-1 in Portogallo), ma dovettero soccombere contro i belgi del Malines (doppia sconfitta per 2-1).

 

Atalanta 1977-1978

 

Stagione ‘89-‘90, Coppa Uefa. Dopo il sesto posto dell’anno precedente, la Dea esordì in Coppa Uefa ma arrivò un’eliminazione al primo turno contro i russi dello Spartak Mosca non riuscendo a segnare né all’andata (0-0 a Bergamo) né a ritorno (2-0 per i padroni di casa).

Stagione ‘90-‘91, Coppa Uefa. La seconda partecipazione della Dea in Uefa coincise con una cavalcata fermata ai quarti dall’Inter di Trapattoni (0-0 a Bergamo, sconfitta per 2-0 a Milano). Per arrivare lì, la squadra del neo presidente Percassi fece fuori la Dinamo Zagabria (0-0 a Bergamo, 1-1 in Jugoslavia), il Fenerbahce (doppia vittoria 1-0 in Turchia e 4-1 a Bergamo) e il Colonia (1-1 in Germania, vittoria per 1-0 a Bergamo).

Stagione ‘94-‘95, Coppa Anglo-Italiana. Torneo europeo con 8 partecipanti inglesi e 8 italiane di Serie B, la Coppa Anglo-Italiana rappresenta l’ultima esperienza ufficiale fuori dai confini nazionali per la Dea. Contro Swindon Town (vittoria per 2-0 in trasferta), Tranmere Rovers (vittoria per 2-0 a Bergamo), Notts County (1-1 a Bergamo) e Wolverhampton (1-1 in trasferta), la Dea chiuse il girone al secondo posto dietro all’Ascoli e uscì di scena.