Domenica 29 ottobre la 22esima edizione

Via Maj, la festa resiste pure al G7 Evitato l'annullamento: tutto torna

Via Maj, la festa resiste pure al G7 Evitato l'annullamento: tutto torna
Viva Bèrghem 28 Ottobre 2017 ore 11:30

Decine di bancarelle, negozi aperti, migliaia di persone, una castagnata benefica, vin brulè, musica dal vivo, balli country, sculture in legno realizzate dal vivo con la motosega, gonfiabili e giochi per bambini. E domenica 29 ottobre, dalle 10 alle 18, c’è anche il cabaret-burlesque delle MoMi Girls. Ha rischiato di saltare la 22esima edizione della festa di via Maj, soprattutto per alcune incognite legate ai costi della sicurezza che l’omonima associazione doveva sostenere: i blocchi di cemento e il loro posizionamento, in primis, oltre al personale necessario per garantire il regolare svolgimento dell’evento. Anche il calendario ci ha provato a mettere i bastoni tra le ruote a Romano Solari, gestore del Bar Portici e presidente dell’associazione: i permessi per la seconda o al massimo la terza domenica del mese, data di svolgimento usuale, non sono stati rilasciati: il 15 ottobre c’era il G7, il 22 il referendum per l’autonomia, con il liceo Secco Suardo adibito a seggio.

 

 

«Alla fine siamo riusciti a far combaciare tutto – spiega Solari -. Il Comune ci ha dato una mano mettendo a disposizione i plinti di cemento utilizzati per i Mercatanti sul Sentierone». Sono circa una trentina e saranno posizionati lungo ogni punto d’accesso alla via, dal semaforo di Piazza Sant’Anna a quello di viale Papa Giovanni (la strada sarà chiusa dalle 8 alle 20). «È faticoso organizzare la manifestazione, ma è una grande soddisfazione vedere un chilometro della nostra via piena di gente felice – aggiunge Solari -. E fa bene al commercio, tant’è che negli anni la partecipazione di negozi e locali è andata via via crescendo, così come l’entusiasmo».

 

Due pagine alla scoperta della via su Bergamopost cartaceo, in edicola fino a giovedì 2 novembre.