Cronaca
Campagna social

«Salviamo il lago d’Iseo», l'appello lanciato da Alessio Boni e dal deputato Devis Dori

Il parlamentare del Movimento 5 Stelle e l'attore bergamasco, originario di Sarnico, invitano a mantenere alta l'attenzione sulla frana che sta interessando il monte Saresano

Cronaca 07 Aprile 2021 ore 14:56

Salviamo il lago d’Iseo. È l’appello, oltre che l’hashtag, lanciato sui social network dall’onorevole del Movimento 5 Stelle Devis Dori che, insieme all’attore bergamasco Alessio Boni, originario di Sarnico, ha realizzato un video per mantenere alta l’attenzione sullo specchio d’acqua e sulla frana che interessa il monte Saresano.

Da mesi i residenti del Sebino sono infatti con il fiato sospeso a causa del materiale roccioso che potrebbe staccarsi: oltre 2 milioni di metri cubi di detriti che, cadendo, provocherebbero un'onda anomala che in pochi minuti raggiungerebbe svariati comuni affacciati sullo specchio d’acqua. «Il lago è un gioiello – sottolinea l’attore, testimonial della campagna social - come tanti ce ne sono nella nostra Penisola. E come tale va preservato».

Il problema è che non si conosce con esattezza il momento in cui avverrà questa frana. «Nel frattempo però la popolazione vive in un continuo stato di preallarme», osserva il deputato. La domanda che Boni e Dori si pongono nel video è se il movimento del monte sia un normale fenomeno geologico, oppure dietro ad esso si nasconda la mano dell’uomo.

«Da oltre un secolo il monte Saresano è oggetto di una significativa attività estrattiva mediante un cementificio che si trova a Tavernola, direttamente sul lago – scrive Devis Dori su Facebook -. Pur di non accertare le cause e le eventuali responsabilità, si cercherà presto di dimenticare questo gravissimo rischio, di sminuire il pericolo connesso alla frana e quindi di far sparire la questione dal dibattito pubblico».

Per questa ragione, è necessario continuare a parlare di rischi per gli abitanti della zona. «L'unico modo per salvare il lago – conclude Devis Dori - e, soprattutto, per mettere in sicurezza decine di migliaia di persone che vivono sul lago di Iseo, è tenere alta l'attenzione, in modo che i mass media e la politica non possano ignorare la situazione, spronando tutti a trovare una soluzione che salvi definitivamente il lago».

L’appello lanciato sui social è di partecipare alla campagna scrivendo su un foglio l’hashtag #SalviamoilLagoDiseo, scattarsi una fotografia mostrando il foglio e pubblicarla sui propri profili Facebook e Instagram aggiungendo l’hashtag #SalviamoilLagoDiseo.