Atalanta
Numeri record

60 gol di Ilicic con l'Atalanta: superato Gomez, davanti solo Cominelli, Zapata e Doni

Che bravo il fantasista sloveno a tornare protagonista dopo un periodo complicato: staccato il Papu, ora si punta al terzo posto

60 gol di Ilicic con l'Atalanta: superato Gomez, davanti solo Cominelli, Zapata e Doni
Atalanta 04 Novembre 2021 ore 09:00

di Fabio Gennari

Josip Ilicic, grazie al gol segnato contro il Manchester United, ha superato Gomez nella classifica dei cannonieri di tutti i tempi con la maglia dell'Atalanta. Lo sloveno è arrivato a quota 60 reti, l'ex numero 10 argentino è fermo a 59 e ormai davanti al numero 72 di Gasperini ci sono solo tre giocatori: Cominelli con 62 gol, Zapata a 73 e Cristiano Doni a 112. Numeri alla mano è ormai sempre più vicino un altro straordinario traguardo della Dea gasperiniana, ovvero piazzare tra i primi tre marcatori dell'intera storia degli orobici ben due ragazzi diventati grandi con il Gasp.

Soprattutto parlando di Ilicic, il traguardo non era né banale né scontato. Se non avesse avuto tutti i problemi che ha dovuto superare tra i preliminari di Europa League dell'estate 2018 e il post lockdown del 2020, lo sloveno sarebbe probabilmente già oggi sul podio. Purtroppo la vita è imprevedibile e possono capitare momenti difficilissimi, in grado di stendere anche il più forte d'animo, ma i saggi hanno sempre sostenuto che non è grande chi non cade ma chi dopo averlo fatto si rialza più forte di prima.

Non ci sono dubbi che la rinascita di Ilicic sia uno dei motivi del fatto che la Dea stia tornando in vetta. La sua partecipazione al gioco, anche difensivo, non è mai un dettaglio. Certo, in Europa la squadra di Gasperini è una vera e propria cooperativa del gol (7 gol fatti con sette marcatori diversi, ovvero Freuler, Gosens, Pessina, Pasalic, Demiral, Zapata e Ilicic) ma è chiaro che più si alza il livello delle difficoltà e maggiori sono le risposte e le garanzie che si chiedono ai più forti.

In questa fase della stagione, Gasperini sta facendo suo il vecchio detto "batti il ferro finché è caldo". Ilicic sta dimostrando di essere in un ottimo momento e vista anche la grande intesa con Zapata (è del colombiano l'assist per il gol dell'1-0) sarebbe poco furbo tenere in panchina uno dei due nel nome di un turnover che, alla vigilia della soste per le Nazionali, avrebbe ancora meno senso. Lo sloveno sta vivendo davvero un bel momento, a Cagliari serve un altro sforzo e poi ci sarà tempo per, magari, rifiatare un po'.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter