Atalanta
il massimo riconoscimento lombardo

All'Atalanta il Premio Speciale Rosa Camuna: è «una squadra di straordinario talento»

Il premio è stato consegnato oggi, giovedì 29 aprile, al presidente Antonio Percassi dal governatore Attilio Fontana. Il video dell'intervista al numero uno nerazzurro

Atalanta Bergamo, 29 Aprile 2021 ore 16:00

«Una squadra di straordinario talento che, con la qualificazione alla Champion League, il suo record di gol nel Campionato di Serie A 2019-2020 e i recenti successi in campo, ha contribuito a fare grande la storia del calcio italiano».

Anche l’Atalanta è tra le realtà meritevoli che sono state insignite dalla Rosa Camuna, massimo riconoscimento che ogni anno il Pirellone assegna ai lombardi che si sono particolarmente distinti per coraggio, impegno, operosità e generosità e che hanno contribuito allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia.

Nello specifico, il presidente Antonio Percassi ha ricevuto questa mattina, giovedì 29 aprile, dalle mani del presidente regionale Attilio Fontana il “Premio Speciale Rosa Camuna”, istituito in occasione del cinquantenario di Regione Lombardia. «Da sempre un simbolo per la città di Bergamo e il suo territorio – si legge nella menzione -, nei drammatici mesi segnati dall’emergenza sanitaria ha rappresentato la voglia di rinascere e superare le difficoltà più forti di prima».

Le parole di Antonio Percassi

«Quella della pandemia è la partita vera – ha detto il presidente della società nerazzurra a margine della consegna del riconoscimento -. La partita da vincere nel più breve tempo possibile. La stiamo affrontando tutti insieme e speriamo di vincerla. Siamo onorati e orgogliosi di aver ricevuto questo premio, un riconoscimento fantastico che non aspettavamo. Ma che, in fondo, abbiamo meritato».

«Oggi - ha aggiunto Percassi - iniziamo l'undicesimo anno di lavoro. Abbiamo molti progetti da realizzare e vogliamo migliorare. Siamo una piccola società rispetto ai colossi di livello europeo. Ci ha fatto crescere molto aver disputato la l'Europa League e soprattutto la Champions. È stato come andare all'Università ed è servito a individuare al nostro interno ulteriori margini di crescita».

Antonio Percassi, che in passato ha calcato come calciatore i campi di Serie A, si è anche rivolto ai giovani che cullano il sogno di diventare calciatori o di ottenere successo nel mondo del lavoro. «Bisogna sempre avere tanta passione. Ho fatto tutto il settore giovanile dell'Atalanta, ho avuto come compagni di squadra giocatori come Scirea e Cabrini. Fondamentale, nel mio percorso, è stata l'impostazione dell'Atalanta basata sulla serietà, dell'onestà e della correttezza. Principi che ti rimangono dentro e che sono serviti a realizzare sia il mio tragitto nel calcio, sia quello da imprenditore. Senza mai perdere lo spirito di reagire per affrontare i problemi».

Le parole del governatore Fontana

In merito agli strepitosi risultati dell'Atalanta è intervenuto anche il governatore Attilio Fontana. «La società è per tutti un simbolo perché fa della determinazione, dell'impegno e della salvaguardia dei giovani i suoi pilastri. È la squadra di una città piccola che compete con le compagini delle principali città europee. L'Atalanta ha saputo trovare il giusto equilibrio nel difficile mondo del calcio, riuscendo a organizzare una struttura fatta di persone capaci, ottenendo risultati eccellenti».