Atalanta
Ultimo passo

Atalanta-Milan: gli ultimi precedenti dicono Dea, ma i rossoneri fuori casa sono forti

È una partita che nelle ultime stagioni è stata spesso a favore dei nerazzurri, ma che in questa situazione è aperta a ogni risultato

Atalanta-Milan: gli ultimi precedenti dicono Dea, ma i rossoneri fuori casa sono forti
Atalanta 22 Maggio 2021 ore 08:45

di Fabio Gennari

Ci sono una serie di numeri che raccontano benissimo la stagione di Atalanta e Milan. La sfida di domani sera sarà condizionata anche dalle motivazioni (più forti per il Milan) e dallo stato di forma psicofisico (migliore quello dell'Atalanta), ma ci sono anche dettagli del rendimento stagionale da tenere di conto.

L'Atalanta arriva da un bottino interno di gol segnati che dice 27 reti nelle ultime 9 partite: la media è di tre a gara. Dall'altra parte c'è un Milan che non prende gol da quattro partite di fila e che con 15 successi esterni è la squadra migliore del campionato: i rossoneri, finora, in 18 gare hanno ottenuto solo un pareggio e due sconfitte e se dovessero vincere anche a Bergamo stabilirebbero il record assoluto in A. Considerando che è l'unico risultato che manderebbe certamente in Champions la squadra di Pioli, è un elemento da tenere in considerazione.

I nerazzurri hanno vinto l'ultima partita interna contro il Milan per 5-0. Solo una volta nella loro storia i bergamaschi hanno ottenuto due successi di fila in casa contro i rossoneri nella competizione, tra il 2006 e il 2008. Di contro, nelle ultime undici partite l'Atalanta ha ottenuto sei vittorie e quattro pareggi a fronte di una sola sconfitta contro il Milan di Gattuso (1-3) nella stagione 2018/19, quella poi chiusa con la qualificazione alla Champions proprio ai danni dei rossoneri grazie alla vittoria contro il Sassuolo.

Per tutto il campionato, la formazione di Pioli è stata ai vertici della graduatoria, si è parlato a lungo di scudetto e gli stessi rossoneri hanno dimostrato più volte di crederci. Dopo il sorpasso dell'Inter, però, c'è stato un netto calo di rendimento e il Milan è ora a rischio per un piazzamento Champions. Il Milan può diventare la seconda squadra in tutta la storia della Serie A a terminare il torneo fuori dalle prime tre posizioni in classifica dopo essere stata campione d’inverno: prima ci "riuscì" solo la Juventus nel 1935/36 (che chiuse la competizione proprio al quinto posto...).