La quarantena

Atalanta, quarantena ormai finita, ma la ripresa del lavoro è ancora incerta

Atalanta, quarantena ormai finita, ma la ripresa del lavoro è ancora incerta
24 Marzo 2020 ore 09:00

di Fabio Gennari

Dopo la vittoria di Valencia per 4-3 dello scorso 10 marzo, l’Atalanta di Gasperini è rimasta in quarantena due settimane e, da calendario, il periodo di “isolamento domiciliare” scade proprio oggi, martedì 24 marzo. Una parte dei giocatori è rimasta a Zingonia, quelli con famiglia a Bergamo si sono invece ritirati presso le proprie abitazioni e non sono segnalati problemi di nessun tipo, al punto che, come sottolineato anche dallo stesso Papu Gomez al quotidiano Olè, nessuno ha manifestato sintomi e quindi non sono stati effettuati tamponi. Nonostante la fine dell’isolamento e del periodo consigliato di due settimane senza contatti con altre persone, la ripresa degli allenamenti adesso è fuori discussione e l’attività al Centro Bortolotti sarà ferma fino a data da destinarsi.

I giocatori in questi ultimi giorni hanno seguito un programma di lavoro a domicilio, ma è chiaro che prima di ipotizzare la ripartenza del lavoro servono segnali importanti che il virus sia sotto controllo o addirittura verso la sparizione. Solo il tempo dirà come evolveranno le cose ma diversi addetti ai lavori hanno già parlato apertamente di una stagione che difficilmente potrà concludersi in modo regolare. Non è ancora chiaro se i giocatori stranieri della Dea saranno o meno autorizzati a tornare a casa come è stato concesso a quelli dell’Inter nella giornata di ieri, a breve probabilmente ci sarà una decisione anche in questo senso, ma per il momento tutto è ancora da capire.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia