Menu
Cerca
La curiosità

Belgio e Olanda, la “comfort zone” di Sartori: quanti ragazzi arrivata da quelle parti!

Per il direttore tecnico dei nerazzurri ci sono campionati che ormai rappresentano davvero una garanzia di riuscita delle operazioni

Belgio e Olanda, la “comfort zone” di Sartori: quanti ragazzi arrivata da quelle parti!
Atalanta 22 Dicembre 2020 ore 22:39

di Fabio Gennari

Negli ultimi anni, dal campionato olandese e da quello belga sono arrivati giocatori come Hans Hateboer, Robin Gosens, Timothy Castagne, Ruslan Malinovskyi, Marten de Roon e Sam Lammers. Tutti ragazzi pescati dallo scouting nerazzurro in tornei che non sono certamente considerati come campionati top ma che, per la dimensione della Dea e per il tipo di lavoro che Gasperini porta avanti, sfornano profili decisamente molto interessanti.

Certo, ci sono anche errori come Lennart Czyborra, ma nel calderone delle operazioni che si provano può sempre scapparci il passaggio a vuoto. Con Joakim Maehle siamo a sette calciatori per cui c’è un presente o si prospetta un futuro decisamente interessante in maglia atalantina e questo dimostra quanto sia vera la storia che ogni comparto scouting (con relativo punto di riferimento come è Sartori) ha la sua area di riferimento sul mappamondo del calcio.