Atalanta
Il futuro

E adesso che succede? Il problema non sono i risultati ma l'involuzione della squadra

Nell'immediato ci sono sette gare da giocare, poi in estate sarà necessario lavorare molto sulle alternative. E dal mister serve un cambio di marcia

E adesso che succede? Il problema non sono i risultati ma l'involuzione della squadra
Atalanta 15 Aprile 2022 ore 08:56

di Fabio Gennari

Le analisi vanno sempre ben ponderate, si fanno a bocce ferme e in vista delle ultime sette partite è giusto credere a una reazione della squadra che possa portare a una qualificazione europea. Per l'Atalanta sarebbe un altro mezzo miracolo. Non sempre si può andare in Champions, ma tenere un posto nelle competizioni continentali sarebbe importante anche per il prossimo gruppo che verrà costruito. La delusione della piazza è forte, ma il calcio è questo e non tutto si aggiusta con un acquisto o una scelta tecnica. Serve molto altro.

Oggi l'Atalanta la conoscono tutti e la ripetitività dei gol presi e delle difficoltà palesate fanno capire come serva altro per continuare a stupire. Non parliamo di risultato, bensì di quanto la squadra fa vedere in campo: da qualche mese non c'è più la sensazione di quella bella e pimpante Dea che ti prende, ti mette in un angolo e ti attacca fino a quando non ha preso quello che vuole. Ovvero il risultato. Non si vede intensità, non c'è quella tambureggiante sfilza di emozioni e azioni da rete che in passato si erano viste.

I motivi sono tanti, dal Covid agli infortuni c'è l'imbarazzo della scelta ,ma guardare al futuro con fiducia vuol dire anche e soprattutto trovare soluzioni. Le scelte si fanno sempre per il bene della squadra e succede anche di sbagliarle, non sarebbe mica la prima volta. Ha ragione Gasperini quando dice che molte altre squadre certe partite le guardano solo in tv: delle 284 partite giocate con il mister di Grugliasco in panchina, ben 43 sono state di Champions ed Europa League. Per tornare a giocarle ed essere divertenti prima ancora che competitivi, però, adesso è necessario trovare nuove strade.

Le gare di campionato che mancano saranno decisive per capire dove l'Atalanta giocherà nella prossima stagione, in estate ci si aspettano diverse novità e oggi è difficile fare previsioni: con una nuova proprietà e un nuovo management tecnico, le strategie e le scelte sono tutte da verificare. Che i valori nel gruppo ci siano lo dice la stagione (tra Villarreal e Lipsia, l'Atalanta è uscita dalle coppe con due delle migliori otto formazioni del continente), ma quello che hai fatto non ti porta risultati: bisogna ripartire e meritarseli sul campo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter