Atalanta
Nuovo atalantino!

È nato Levi Gosens, primogenito dell'esterno tedesco dell'Atalanta e della compagna Rabea

Fiocco azzurro in casa Dea: il laterale tedesco e la compagna festeggiano l'arrivo del primo figlio, nato nelle scorse ore al Papa Giovanni

È nato Levi Gosens, primogenito dell'esterno tedesco dell'Atalanta e della compagna Rabea
Atalanta 06 Ottobre 2021 ore 09:30

di Fabio Gennari

Una grande gioia in un momento sportivamente complicato e condizionato da un brutto infortunio che lo terrà fuori dai giochi per almeno un paio di mesi. Robin Gosens, esterno mancino dell'Atalanta e della Germania, è diventato papà: nelle scorse ore, all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, la compagna Rabea ha dato alla luce il piccolo Levi. Mamma e bimbo stanno bene, il papà è felicissimo e l'Atalanta si è congratulata per il lieto evento con un post sui social e un comunicato sul sito ufficiale.

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Robin Gosens (@robingosens)

Arrivato a Bergamo da ragazzo di belle speranze nell'estate del 2017, Gosens è diventato un calciatore di livello internazionale con l'Atalanta e si è conquistato anche la chiamata in Nazionale. Da almeno due stagioni le voci di mercato che lo coinvolgono sono insistenti, l'Atalanta per lui ha una considerazione molto alta e infatti non ha mai voluto privarsene chiedendo sempre tanti soldi. Gosens, da grande professionista qual è, è rimasto a Bergamo con felicità e proprio ai piedi di Città Alta è nato un bel maschietto.

La colonia dei figli "bergamaschi" dei giocatori atalantini è decisamente lunga. Durante la loro esperienza con la Dea sono diventati genitori, oltre a Gosens, anche Sportiello, Palomino, Djimsiti, de Roon, Toloi e Malinovskyi e chissà se in futuro la colonia dei pargoli nerazzurri non possa allargarsi ulteriormente. Nel recente passato, anche Gomez ha vissuto la gioia di diventare padre per la terza volta da giocatore della Dea e pure Cristian Romero, attualmente al Tottenham, ha annunciato al mondo l'arrivo del figlio quando indossava la maglia della Dea: il piccolo Cuti vedrà la luce a Londra, ma è un po' bergamasco anche lui.