Atalanta
Le ultime sulla formazione

Genoa-Atalanta, match-point Champions. I dubbi sulle possibili scelte del Gasp

Tante opzioni per il tecnico, che può attingere a piene mani dalla rosa a disposizione

Genoa-Atalanta, match-point Champions. I dubbi sulle possibili scelte del Gasp
Atalanta 15 Maggio 2021 ore 09:15

di Fabio Gennari

Ci siamo: oggi (15 maggio) alle 15 l'Atalanta scenderà in campo a Genova contro il Grifone per cercare di chiudere il discorso Champions League e poi pensare con ancor più entusiasmo alla finale di Coppa Italia di mercoledì 19 a Reggio Emilia contro la Juventus. In attesa di conoscere le scelte ufficiali del tecnico Gasperini, ci sono diversi dubbi su quali potrebbero essere gli uomini in campo. Sia per una questione di turnover ragionato che per il momento che alcuni dei ragazzi del gruppo attraversano.

In difesa il rientro di Toloi lo pone tra i possibili titolari. Il brasiliano si è allenato molto bene in questi ultimi giorni e se non ci sono fastidi è difficile che Gasperini lo lasci fuori. Che sia difesa a tre o a quattro dipende molto anche dal Genoa (che gioca con il 3-5-2) e questo è difficile da capire ora. Di sicuro i giocatori a disposizione possono variare modulo di gioco anche una volta scesi in campo, con Djimsiti e Romero poi l'intesa è ottima e questa volta potrebbe riposare Palomino.

In mezzo al campo attenzione alla staffetta de Roon-Freuler: i due giocano ininterrottamente da tanto tempo e con Pasalic che sta così bene (ottime prestazioni da subentrante con Parma e Benevento) è auspicabile che i due, a turno, riposino un po'. Per le fasce vale lo stesso discorso: Maehle ha riposato mercoledì e uno tra Hateboer e Gosens potrebbe lasciargli il posto in vista di una nuova turnazione in finale.

Il reparto più affollato è l'attacco. Muriel ha recuperato, ma difficilmente giocherà subito; Malinovskyi e Zapata ora paiono imprescindibili e allora per il posto che resta (o i due, nel caso di 4-2-3-1) entrano in gioco sia Miranchuk che Ilicic, ragazzi che mercoledì contro la Juventus potrebbero invece partire dalla panchina con Pessina titolare. Le scelte sono tante, ma mister Gasperini sa di potersi affidare a ragazzi che non vedono l'ora di conquistare la terza qualificazione alla Champions League consecutiva.