Il personaggio

Il giocatore più presente con Gasp? È Berat Djimsiti: sono 3.155' i minuti da lui giocati

Centrale albanese di grande affidamento, è lui il più presente finora in stagione davanti a de Roon e Toloi

Il giocatore più presente con Gasp? È Berat Djimsiti: sono 3.155' i minuti da lui giocati
Atalanta 07 Aprile 2021 ore 08:59

di Fabio Gennari

Il giocatore dell'Atalanta più impiegato fino a questo momento dal tecnico Gasperini, considerando i minuti giocati in tutte le competizioni, è il difensore Berat Djimsiti. Classe 1993, a Bergamo dal 2016 ma con due passaggi in prestito ad Avellino e Benevento (prima in B e poi in A) che lo hanno forgiato, il numero 19 nerazzurro fa parte in modo fisso del gruppo di Gasperini dal 2018 e la sua crescita nelle gerarchie nerazzurre è stata continua. In questa stagione ha collezionato 36 presenze, come de Roon, ma sono 37' in più i minuti passati da lui in campo.

Sempre presente in Champions League (760' minuti) e in Coppa Italia (380'), il centrale albanese è una delle certezze più forti del tecnico di Grugliasco, che lo ha schierato in tutti i ruoli della difesa. Quando l'Atalanta scende in campo a tre, Djimsiti viene buono sia come centrale di destra che di sinistra, ma anche in mezzo. Se la scelta è invece quella delle ultime due gare, ovvero lo schieramento a quattro, la posizione occupata può anche essere quella di terzino. Destro o sinistro.

Contro l'Udinese, Djimsiti è entrato nella ripresa e si è piazzato proprio sulla corsia mancina; nel finale di gara, con Freuler più avanzato, il numero 19 dei nerazzurri si è incollato al talentuoso De Paul e ha alzato il suo raggio d'azione fino a centrocampo: nel 4-2-3-1 con cui la Dea ha chiuso la sfida, Gasperini lo ha piazzato nella coppia di mezzo con de Roon e i risultati sono stati ottimi. Tutto questo è possibile solo se hai una predisposizione al sacrificio e una duttilità di altissimo livello, caratteristiche che Djimsiti non manca mai di mettere in mostra.

A stupire di più del quasi 28enne arrivato a Bergamo a parametro zero dallo Zurigo è la crescita di queste ultime stagioni. Silenzioso, grande lavoratore e costantemente sul pezzo, Djimsiti ha dimostrato sul campo di meritarsi un ruolo da protagonista nell'Atalanta e nella nazionale albanese di cui è perno fisso (l'allenatore è Edy Reja). Il suo nome continua a circolare pochissimo sulle frequenze di radiomercato e l'Atalanta se lo tiene ben stretto: i giocatori di talento sono quelli che si prendono la copertina, ma per fare grande una squadra serve la sostanza di ragazzi come lui.