Le pagelle di Atalanta-Ajax 2-2

Zapata è sontuoso, ma Freuler, Djimsiti e Romero alzano una diga che merita applausi

Tanti sorrisi tra i nerazzurri: dietro al centravanti colombiano una squadra con tanti valori ma anche un paio di giocatori che avrebbero potuto fare e dare di più

Zapata è sontuoso, ma Freuler, Djimsiti e Romero alzano una diga che merita applausi
27 Ottobre 2020 ore 23:25

di Fabio Gennari

Zapata trascinatore, Djimsiti e Freuler assolutamente imprescindibili e uno Sportiello a due facce. Nell’Atalanta che pareggia 2-2 con l’Ajax in rimonta ci sono tante cose positive da rimarcare, ma anche qualche giocatore che poteva fare di più.

Sportiello 6: media aritmetica tra il 5 del primo tempo e il 7 del secondo. Un paio di interventi facili nella prima mezz’ora, poi sbaglia nettamente sul cross di Neres al 38’ e Traoré lo fulmina. Si riscatta alla grande al 77’ con una bellissima parata su Antony, intervento bello e decisivo.

Toloi 6: il posizionamento sull’azione del 2-0 non è corretto e Neres crossa indisturbato. Ha il merito di non perdere mai la bussola e nella ripresa è preciso, attento e sempre presente nei momenti più complicati.

Romero 7: buon primo tempo in anticipo costante sull’avversario che gli capita a tiro; nella ripresa migliora ancora e lo vedi a battagliare in ogni zona del campo con Tadic e compagni. Prestazione sontuosa.

Djimsiti 7,5: subito molto attento sulle linee di passaggio e anche sull’uomo, al 15’ si stacca e appoggia per Ilicic un bel pallone. In generale, salva sempre tante situazioni complicate. Anche nel secondo tempo è uno dei migliori e chiude con una serie incredibile di giocate preziose per i compagni. Baluardo.

Hateboer 6,5: troppo timido nel primo tempo, non spinge quasi mai come dovrebbe nonostante ci siano ottimi spazi. Migliora nella ripresa e la sua spinta è importante per tutta la manovra offensiva.

Pasalic 7: a corrente alternata, mette in mostra cose buone e altre meno fino al riposo. Bravissimo a mandare in porta Zapata al 60’, che insacca il 2-2. Nel complesso la sua prova è in crescendo e al 68’ avrebbe anche una grande occasione per il 3-2.

Freuler 7,5: in mezzo al campo è imprescindibile. Corre per tutti, copre i compagni e non smette mai di mulinare le gambe cercando pure di giocare con precisione e qualità. Bravissimo.

Gosens 6,5: il suo intervento al 28’ su Traoré è scomposto, ma prende la palla e poi incoccia sul braccio del numero 23 degli olandesi (imprudente): rigore. Cresce come tutti dopo l’intervallo e alla fine è tra i più positivi.

Ilicic 5,5: in campo un po’ a sorpresa dal primo minuto, al 15’ fallisce una grande occasione su appoggio di Djimsiti. In generale, fino all’intervallo, è troppo fumoso. Migliora nella ripresa ma non è ancora quello dei giorni migliori. (78’ Malinovskyi 5,5: sbaglia due volte il colpo del ko all’88’ e al 90’, errori pesanti a questi livelli).

Gomez 7: primo tunnel dopo dieci secondi, si vede in alcune circostanze nella rifinitura a centrocampo ma non trova il pertugio giusto fino al riposo. Al 54’ mette sulla testa di Zapata il gol dell’1-2, esce nel finale ma la sua gara è ancora una volta molto buona. (78’ Muriel 6: prova un paio di allunghi ma non incide).

Zapata 8,5: devastante. La prima buona occasione arriva al 16’ su appoggio profondo di Pasalic, ma il mancino è largo; strappa in continuazione e la gamba è sempre buona. Riapre la gara con un bel colpo di testa su assist di Gomez (54’), la pareggia al 60’ su assist di Pasalic con una cavalcata incredibile. Secondo tempo pazzesco. Al 90’ la palla che spreca Malinovskyi nasce ancora da una sua iniziativa.

Gasperini 7: mette in campo le sue certezze, Ilicic ancora non convince fino in fondo ma lui ha il merito di non cedere alla tentazione dei cambi e alla fine l’assetto iniziale lo premia con due reti. A questi livelli i dettagli fanno la differenza, ci prova con due tiratori scelti come Muriel e Malinovskyi ma il 3-2 non arriva. Pazienza, la squadra ha grandi valori.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia