Atalanta
Vittoria netta

Ilicic rinasce a Empoli e Zapata fa il centesimo gol, l'Atalanta vince e convince rifilando un poker ai toscani (4-1)

Sonoro poker dei bergamaschi che falliscono anche un rigore e tornano a Bergamo con il bottino pieno: miglior risultato, pensando a Manchester, non c'era

Ilicic rinasce a Empoli e Zapata fa il centesimo gol, l'Atalanta vince e convince rifilando un poker ai toscani (4-1)
Atalanta 17 Ottobre 2021 ore 16:59

di Fabio Gennari

Vince e convince l’Atalanta di Gasperini sul campo dell'Empoli nel giorno del compleanno numero 114. Al Castellani finisce 4-1 e le buone notizie per Gasperini sono tante: doppietta di Ilicic (poteva essere tris, ma ha fallito un rigore), grande prova di Pasalic nel ruolo di Pessina e crescita costante di Demiral che al centro della difesa ha giganteggiato. Peccato solo per il risentimento muscolare di Toloi, l’entità del problema è da valutare, ma la trasferta di Manchester è a rischio.

Le scelte iniziali di Gasperini sono quasi tutte quelle attese con la sola novità di Ilicic al posto di Malinovskyi. La scelta si rivela subito azzeccatissima da parte del tecnico di Grugliasco che viene ripagato da una doppietta (11’ e 26’) dello sloveno, tra i migliori della prima frazione. L’Atalanta crea molto (12 tiri e 5 occasioni secondo i dati della Lega Calcio) ma va al riposo “solo” 1-2 per via della rete di Di Francesco al 30’: nell’occasione, prima Palomino (in ritardo) e poi Musso (piantato e poco reattivo) non paiono certamente esenti da colpe.

Il risultato è condizionato più dall'imprecisione dei nerazzurri che da effettivi meriti dei padroni di casa anche se il salvataggio di Demiral su Henderson al 7’ rende merito a una formazione di casa che prova a controbattere con tanti lanci lunghi a una squadra come quella bergamasca che invece cerca in continuazione di recitare il suo spartito. Al 40’, sostituzione per Toloi (risentimento muscolare) e Gasperini inserisce Freuler in mezzo al campo.

In avvio di ripresa la squadra orobica accelera subito, al 47’ Palomino ci prova da due passi con Viti che salva tutto, ma il 42 dei toscani poco dopo, pressato da Zapata, insacca l’autorete dell’1-3 su torre in mezzo di Pasalic. È il gol che manda la partita su binari perfetti per i nerazzurri, la Dea manca il 4-1 con Ilicic (rigore alle stelle) e Malinovskyi (miracolo di Vicario), ma nel finale ci pensa Zapata in scivolata a chiudere ogni discorso con il facile appoggio su assist di Pasalic.

Terzo successo esterno del campionato per la squadra orobica, quota 14 punti in classifica raggiunta con pieno merito e prima gara della stagione con 4 gol all’attivo tra campionato e Champions League: considerando anche il rigore sbagliato, l’Atalanta stravince la sfida del Castellani e resta attaccata al treno europeo in attesa della storica trasferta di Old Trafford.

EMPOLI – ATALANTA 1-4

Reti: 11’ e 26’ Ilicic (A), 30’ Di Francesco (E), 49’ Aut. Viti (E), 89’ Zapata (A)

Empoli (4-3-1-2): Vicario, Stojanovic, Romagnoli (42’ Tonelli), Viti, Marchizza (81’ Parisi), Haas (46’ Bandinelli), Stulac, Zurkowski (61’ Cutrone), Henderson, Di Francesco (61’ Bajrami), Pinamonti. All. Andreazzoli.

Atalanta (3-4-1-2): Musso, Toloi (39’ Freuler), Demiral, Palomino, Zappacosta (90’ Pezzella), de Roon, Koopmeiners (68’ Lovato), Maehle, Pasalic, Ilicic (68’ Malinovskyi), Muriel (46’ Zapata). All. Gasperini.

Arbitro: Serra di Seregno

Ammoniti: 37’ Marchizza (E), 46’ Stulac (E), 69’ Freuler (A), 80’ Palomino (A)