Estremi difensori

La questione portiere è una grana da risolvere? Forse a giugno, ora non è il momento

A questo punto della stagione, sia Sportiello che Gollini hanno alternato ottime prestazioni a partite in cui non hanno convinto. Che fare con altre dodici gare da giocare?

La questione portiere è una grana da risolvere? Forse a giugno, ora non è il momento
Atalanta 18 Marzo 2021 ore 10:00

di Fabio Gennari

Dopo il grave errore di Sportiello sul campo del Real Madrid, da più parti è stato invocato il ritorno di Gollini tra i pali per sistemare le cose. Dopo alcune buone gare, il numero 57 cresciuto nel vivaio è incappato in una serataccia sul campo della squadra più titolata al mondo. Vista da fuori, valutato con le pagelle il rendimento di Sportiello e consapevoli del fatto che il suo è stato "l'assist" decisivo per la vittoria del Real, la situazione non dev'essere però estremizzata.

Il rendimento stagionale di Sportiello e Gollini ha mostrato grandi picchi, ma anche momenti di difficoltà che sono coincisi anche con sconfitte purtroppo decisive. Non è tutta colpa del portiere di turno, a calcio si gioca di squadra e ci sono novanta minuti più recupero in cui eventuali errori vanno contestualizzati, ma è evidente che se sbaglia un centrocampista qualche passaggio non pesa tanto quanto l'errore del portiere in fase di rinvio (sui piedi avversari) o in ritardo su un tuffo.

L'eliminazione dalla Champions, tuttavia, non ha chiuso la stagione atalantina. Mancano undici partite di campionato e la finale di Coppa Italia, gli obiettivi sul tavolo sono ancora molto importanti e quindi il momento delle scelte va spostato a fine maggio. Ora è necessario chiudersi a Zingonia e confrontarsi, Sportiello e Gollini non sono due ragazzini e conoscono perfettamente l'importanza delle prossime gare. Certo, se con il Verona dovesse tornare in campo il numero 95 di Poggio Renatico il rischio di un contraccolpo psicologico per Sportiello è forte. Viceversa, insistere con quest'ultimo potrebbe anche far sentire Gollini fuori dai giochi. Decisione difficile.

Da un certo punto di vista, l'alternanza proposta da Gasperini è un prezioso alleato. Ci sono stati momenti in cui ha giocato Gollini per diverse giornate, altri in cui si è trovato in campo Sportiello. Da qui alla fine si continuerà così? Verrà fatta una scelta definitiva? Difficile rispondere adesso, Verona e la sosta saranno occasioni importanti per capire. Di sicuro, l'Atalanta ha obiettivi molto importanti da raggiungere e bisogna essere più forti anche di qualche difficoltà tecnica che, come è normale, in una squadra dentro la stagione può sempre palesarsi.