Dopo l’amarezza, la speranza Gasperini rinnova fino al 2021

Dopo l’amarezza, la speranza Gasperini rinnova fino al 2021
Atalanta 01 Settembre 2018 ore 10:03

Il sorriso più grande arriva insieme all’annuncio dell’amministratore delegato dell’Atalanta Luca Percassi: «Il contratto con Gasperini sarà prolungato dal 2020 al 2021 con ulteriore opzione per un altro anno fino al 2022. Abbiamo già fatto tutto, dobbiamo solo formalizzare l’accordo». Il giorno dopo la grande amarezza europea, l’Atalanta riaccende la luce in fondo al tunnel e ci pensano i Percassi a dare un segno tangibile di continuità: dopo le polemiche, le mezze frasi e i silenzi nei giorni del mercato mentre la squadra lavorava per l’Europa (poi svanita), ecco il raggio di sole. Il segno di continuità. La Stella Polare.

 

 

Perché è fondamentale questo annuncio. Dopo le parole del presidente Antonio Percassi nei giorni scorsi in tv, questo annuncio è di un’importanza enorme per il progetto della Dea. Gasperini giovedì sera a Copenaghen aveva chiuso la conferenza stampa con qualche dichiarazione “un po’ così” su obiettivi futuri e rosa troppo ampia; tra i tifosi già scoraggiati dall’eliminazione dalla Coppa la paura che anche il progetto tecnico potesse andare a rotoli ha iniziato a diffondersi. Ma adesso che ha parlato Luca Percassi è giusto guardare al futuro con grande fiducia e rinnovato entusiasmo. Il tempo degli annunci è sempre importante, ma in questi casi diventa addirittura fondamentale per ridare fiato al mondo Atalanta. Sapere che “l’uomo dei miracoli” sarà blindato a Bergamo ancora per tre anni più uno di opzione è decisivo. Continua il progetto, continuano i sogni di crescita ma soprattutto ci sarà Gasperini in panchina nello stadio nuovo che l’Atalanta inizierà a ristrutturare a fine campionato: solo lui può e deve inaugurare l’impianto con la Dea in Europa.

Cosa cambia con la certezza del Gasp. Tanti, troppi espertoni di mercato super informati avevano già preannunciato che il tecnico inquieto della Dea a fine anno avrebbe lasciato Bergamo. Tutti sicuri di rapporti logorati con chi fa il mercato, tutti a pendere dalle dichiarazioni del tecnico che ultimamente aveva anche alzato un po’ i toni. Dai Percassi, in tutta risposta, tanto silenzio e poi l’annuncio del rinnovo: chi ancora non ha capito che a Bergamo, in seno all’Atalanta, c’è un grande partito del “fare” che non si preoccupa mai del “dire”, è meglio che lasci perdere. Non c’è speranza. Nel gruppo, questo annuncio non può che essere decisivo per tutti. I giocatori sono rimasti colpiti dall’eliminazione ma sanno benissimo che cosa può fare il mister in panchina. Sapere che la società, dopo aver fatto un grande mercato, prolunga il rapporto con il tecnico è qualcosa di molto importante e si riparte tutti alla grande. La sensibilità di Luca Percassi, in questo caso ma non solo, è un elemento decisivo e se ha voluto, insieme al padre, svelare a tutti il rinnovo significa che ha perfettamente chiaro quanto sia delicata questa bellissima notizia.

 

 

Un giorno all’inferno, ora rialziamoci. Dopo la pessima giornata passata ieri a rimuginare su Copenaghen, svegliarsi con le parole della proprietà che annunciano il prolungamento del Gasp ha lo stesso effetto di una bottiglia di acqua fresca quando sei in mezzo al deserto: vitale. Chi scrive di Atalanta cercando di tenere a bada le emozioni che ogni volta infiammano pancia e cuore ha trascorso ore complicate, ma ci sono immagini che ci hanno fatto capire che bisogna andare avanti. Subito, rialzando la testa. Giovedì sera a Copenaghen c’era Leonardo, un bimbo di 8 anni. Dopo la partita era deluso, distrutto e insieme a papà Gigi aspettava di tornare a casa con la Ovet. All’aeroporto ha incrociato la squadra, con il Papu e gli altri ha scambiato pacche e sorrisi e poi Luca Percassi lo ha accarezzato e gli ha chiesto nome ed età. Leonardo è ripartito, ha ritrovato lo sguardo felice e domenica è pronto a sostenere la Dea. Tornando dalla Danimarca, in aereo c’erano facce deluse che cercavano un appiglio per tornare ad avere fiducia. Adesso questo appiglio è arrivato ed è il rinnovo di Gasperini. Domani sera c’è l’Atalanta, non c’è bisogno di aggiungere altro. Nient’altro. Carica ragazzi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità