Grande allenatore

L'arma segreta di Gasperini: tirare fuori il meglio e rilanciare ogni giocatore

Il lavoro quotidiano, è indubbio, paga sempre tantissimo in termini di crescita della rosa grazie alle capacità del mister e dello staff

L'arma segreta di Gasperini: tirare fuori il meglio e rilanciare ogni giocatore
Pubblicato:
Aggiornato:

di Fabio Gennari

Nei giorni in cui si parla tanto di Zaniolo, scorrendo i social e parlando con i tifosi c'è un concetto che traspare: se non ce la fa Gasperini a recuperare il classe 1999 ex Roma, non ce la fa nessuno.

Ora, al netto del fatto che Zaniolo arrivi o meno, il modo in cui a Bergamo i giocatori riescono a migliorarsi e rilanciarsi è una caratteristica ormai acclarata del mister. Qui tanti "esplodono". In alcuni casi, si rilanciano clamorosamente anche ad altissimi livelli e fanno la differenza come non hanno fatto, o non riescono più a fare, altrove.

L'esempio più fresco è rappresentato da De Keteleaere e Scamacca. Gasperini ha studiato e allenato entrambi per cercare di esaltare le loro doti e i risultati gli stanno dando ragione. Il tecnico della Dea non rincorre lo status di un giocatore con relativo ruolo o posizione in campo, ma, al contrario, non si fa problemi a schierarlo dove lui ritiene più adatto. De Ketelaere, ad esempio, è stato portato il più possibile vicino alla porta e i risultati sono stati evidenti.

In passato, parlando di giocatori rilanciati, come non citare Ilicic e Gomez. Ma anche Zapata, che ha segnato a Bergamo talmente tanto da affiancare Doni al vertice della classifica dei migliori marcatori di A in nerazzurro a quota 69 reti. Che sia Zaniolo o qualche altro elemento che la società lavora per portare a Bergamo, nessuna differenza: per Gasperini lavorare su un giocatore (di qualità) e portarlo ai massimi livelli è quasi una missione e le sue doti, in questo senso, sono ormai note a tutti.

Commenti
Tullio Frosio Roncalli

Sono curioso di vedere cosa inventarà contro il Re di Ancelotti ... lì si vedrà un altra partita magica !? Io lo spero, e sarà una grande partita ... d. Tullio

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali