Menu
Cerca
Spifferi privi di fondamento

Le voci di mercato su Gasperini: Tottenham interessato? Non si muove da Bergamo

La sensazione è che le sparate di mercato degli ultimi giorni siano fatte apposta per destabilizzare la serenità dell'ambiente atalantino

Le voci di mercato su Gasperini: Tottenham interessato? Non si muove da Bergamo
Atalanta 05 Maggio 2021 ore 10:20

di Fabio Gennari

«Penso ai rumors di mercato sui nostri giocatori. Ci trattano ancora come la squadretta nella quale fare razzia, vogliono creare disturbo senza rendersi conto che qui il club e l’ambiente sono forti, molto forti. E vogliono sempre migliorare. Ma io sono d’accordo con chi dice che conta il campo. Siamo l’Atalanta, non ci faremo distrarre. Le energie ci servono per giocare. ​Per un motivo o per l’altro, diamo fastidio un po’ a tutti. Per quelle davanti siamo degli intrusi, per quelle dietro un’occasione di rivalsa».

E ancora: «Qui mi sento a casa, e nel futuro vedo un’Atalanta più forte. La squadra ha un nocciolo duro molto solido, e c’è la possibilità di migliorare passando dalla programmazione. Non servono gli arrivi last minute, non sono funzionali. Le operazioni giuste sono Romero e Maehle presi in anticipo, i Pessina. Soddisfatto in vista del mercato? Relativamente soddisfatto. Ma rispetto alla stagione scorsa siamo sicuramente più avanti, le idee sono molto chiare. Diciamo che le idee sono sul tavolo».

Queste parole, poche settimane fa, sono state dette da mister Gasperini a L’Eco di Bergamo. Le riportiamo perché ieri (4 maggio), secondo la ricostruzione fatta da alcuni media inglesi, il Tottenham avrebbe mollato Ten Hag (mister dell’Ajax) dopo il recente rinnovo fino al 2023 puntando invece il mister della Dea. Che ha un contratto fino al… 2024. Riascoltando la registrazione del podcast pubblicato da Duncan Castles sul profilo Twitter The Transfer Window si sente dire che gli Spurs sarebbero interessati a Gasperini e si commenta che il tecnico, informato della situazione, abbia avuto una «reazione positiva».

Ora, non sappiamo se e come il Gasp sia stato contattato ma possiamo confermare, dopo adeguate verifiche, che l’Atalanta non ha nessuna intenzione di separarsi dal suo allenatore. Gian Piero Gasperini, oltretutto, ha un contratto con l’Atalanta fino al 30 giugno 2023 con opzione a favore della società fino al 30 giugno 2024. Quindi non si capisce come mai sarebbe più appetibile il mister della Dea rispetto a quello dell’Ajax. Particolare importante: la Dea è seconda in Serie A, il Tottenham è fuori anche dall’Europa League in Premier, al momento.

In questo periodo le voci girano incontrollate, spesso sono montate ad arte e l’unico modo per capirci qualcosa è fidarsi delle proprie fonti. Da questo punto di vista, le verifiche che facciamo ogni giorno sono puntuali e cercano sempre elementi di chiarezza. Per quanto riguarda chi spara notizie di mercato a rotazione continua, c’è poco da dire. Ma un consiglio vogliamo darvelo: come si può pendere dalle labbra di chi dava per certo Sarri alla Roma mentre i giallorossi stavano chiudendo con Mourinho?