Atalanta
La società cambia pelle?

L'ingaggio di Congerton, il futuro di Sartori e le voci su D'Amico (ds del Verona)

Indiscrezioni raccontano di come il management sportivo nerazzurro possa cambiare volto. Per ora nessuna conferma, ma scenario da monitorare

L'ingaggio di Congerton, il futuro di Sartori e le voci su D'Amico (ds del Verona)
Atalanta 28 Marzo 2022 ore 09:20

di Fabio Gennari

Ci sono le certezze, ma anche spifferi che meritano di essere presi in considerazione sia per il profilo dei professionisti che vengono citati che per i rapporti che questi hanno con procuratori e intermediari. Nella giornata di sabato, il canale Sportitalia ha lanciato la notizia secondo la quale ci sarebbero contatti in corso tra l'Atalanta e il direttore sportivo del Verona Tony D'Amico per la successione, nel ruolo di direttore tecnico, di Giovanni Sartori. Per ora siamo nel campo delle indiscrezioni, ma da Verona non sono arrivate smentite e la traccia merita di essere seguita.

Nelle ultime settimane, l'Atalanta ha ufficializzato l'arrivo dell'ex Leicester Lee Congerton, il dirigente gallese è operativo a Zingonia dalla gara contro la Roma (la prima che ha visto in tribuna vicino all'amministratore delegato Luca Percassi) e nelle prossime settimane si capirà qualcosa in più su quello che sarà il suo perimetro di lavoro visto che è stato presentato come l'uomo che si occuperà in particolare del mercato internazionale. Congerton sembra l'uomo perfetto per iniziare a fare affari in modo concreto anche in Premier League.

Al netto delle smentite e del fatto che Sartori abbia ancora un anno e mezzo di contratto (scadenza a giugno 2023), la presenza di Congerton e le ultime voci su D'Amico del Verona non possono essere ignorate. Con i giusti ruoli c'è spazio per tutti, la rete di osservatori attuale ha permesso di scovare tanti giocatori sconosciuti che poi sono diventati importanti in giro per l'Europa ma lo stesso D'Amico (42 anni) fa un lavoro simile (Rrhamani e Amrabat sono opera sua) e Congerton (48 anni) lavora sul panorama europeo, proprio come Sartori.

Pensare che il rapporto tra Atalanta e Sartori possa chiudersi a fine stagione non è certamente una fantasia, i segnali che arrivano portano in quella direzione e dall'Emilia (Parma, Bologna e Sassuolo) arrivano voci di un possibile approdo del direttore tecnico nerazzurro per aprire un nuovo corso. Nelle prossime settimane tutto andrà monitorato con attenzione, il mercato per la prossima stagione è già iniziato e in seno all'Atalanta, con gli americani in società, qualche tassello potrebbe davvero cambiare.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter