Strategia d'attesa

Mercato, cosa può accadere prima del raduno del 12 luglio a Zingonia? Poco, però...

Non ci sono grandi movimenti in vista, ma la calma è solo apparente: i dirigenti orobici sono pronti a colpire appena possibile

Mercato, cosa può accadere prima del raduno del 12 luglio a Zingonia? Poco, però...
Atalanta 05 Luglio 2021 ore 09:30

di Fabio Gennari

L'accelerata, con tanto di firma e annuncio ufficiale, arrivata la scorsa settimana per il portiere Musso potrebbe anche essere l'unica per la Dea prima del raduno. L'Atalanta è impegnata su vari fronti, ma la sensazione è che nessuno sia ancora così caldo da far pensare a un'immediata chiusura delle trattative. In entrata e nemmeno in uscita. Come ampiamente raccontato nelle scorse settimane, si tratta di una sessione anomala di calciomercato, pochissimi soldi e tanti nomi spinti soprattutto dai media, più che dalle società.

Il colpo da 20 milioni piazzato dai nerazzurri tra i pali ha risolto una necessità che ormai era diventata impellente. E non importa che si inizieranno gli allenamenti con Gollini, Sportiello e Rossi e non con il nuovo acquisto Musso, che è impegnato in Copa America: le gerarchie sono chiare per il futuro e si tratta solo di capire dove potrà andare a giocare il numero 95 di Poggio Renatico. Sia Sportiello che Rossi sono in scadenza 2022, ma i discorsi per rinnovare il contratto sono aperti.

In entrata, le piste che portano a Koopmeiners e Tomiyasu non sono chiuse, ma serve una sterzata forte dal punto di vista delle richieste di AZ Alkmaar e Bologna per sbrogliare al matassa. Il mercato è ingessato, tutti vogliono grandi cifre ma nessuno può spenderle e allora prima o poi ci si attende un calo delle richieste per trovare soluzioni che possano andar bene sia a chi compra che a chi vende. I ritiri inizieranno più o meno tutti nel giro di un paio di settimane, vero che Europeo e Copa America hanno rallentato tutto ma ormai siamo agli sgoccioli.

Parlando del gruppo orobico, al netto di acciacchi e reduci dalle Nazionali non ci sono buchi evidenti. Sarà curioso vedere quanti giovani Gasperini porterà a Zingonia nella prima parte del lavoro e soprattutto se qualcuno di questi giocatori potrebbe o meno restare a completamento di una rosa che è quasi piena negli slot riservati agli over 22 ma che può tranquillamente avere altri innesti sia nella lista vivaio club che in quella vivaio Italia. Per i giovani nati dopo l'1 gennaio 1999, poi, di limiti non ce ne sono.