Atalanta
Le pagelle

Palomino, Musso e Pasalic sono decisivi per il risultato. Boga, così non va

In una gara da vincere, decisamente sottotono l'attacco. Il portiere salva il risultato e il difensore è bravo a non mollare mai

Palomino, Musso e Pasalic sono decisivi per il risultato. Boga, così non va
Atalanta 02 Maggio 2022 ore 23:37

di Fabio Gennari

Stecca completamente l'attacco, mentre i migliori sono il portiere e un difensore, oltre all'autore del gol. Ma pesa la deludente prestazione dei tre avanti che il mister ha messo in campo titolari contro la Salernitana...

Musso 6,5: sul gol copre la porta e non il cross, ma i compagni lasciano troppo spazio all’inserimento centrale di Ederson. I problemi nelle uscite sono i soliti e anche al rinvio un paio di volte non è affatto preciso. Al di là di questo, però, al 48’ mette in angolo una sassata di Bohinen, al 50’ salva tutto su Coulibaly e si ripete al 60’ su Verdi.

Scalvini 5,5: sua la prima conclusione all’8’ su appoggio di Muriel, poi un po’ pasticcione e fuori fase per tutto il primo tempo e infatti durante l’intervallo Gasperini lo lascia negli spogliatoi. (46’ Pasalic 6,5: segna ancora, segna all’88’ con un bellissimo diagonale. Non si capisce perché non giochi titolare).

Demiral 5: buona percussione al 18’, poi errore grave in occasione del vantaggio della Salernitana (non copre la zona centrale dove si inserisce Ederson). Prestazione in netto calo rispetto ad altre volte.  (46’ Djimsiti 5,5: l’occasione di Verdi al 60’ nasce da un suo errore, una sbavatura in un secondo tempo complicato nella parte iniziale).

Palomino 7: è l’unico a cercare di tenere alto il ritmo nel primo tempo, esce in anticipo su tutti quelli che gli capitano a tiro e sbaglia pochissimo. Nella ripresa va vicino al gol del pareggio, ci mette cuore e grinta fino alla fine ed è un grande esempio per i compagni.

Hateboer 4,5: non pervenuto per tutto il primo tempo. Gasperini gli concede ancora qualche minuto nella ripresa ma poi lo cambia con Maehle. Serataccia. (54’ Maehle 6: sfiora il gol con un destro che Sepe ribatte, sulla destra è protagonista di una buona ripresa e merita la sufficienza).

De Roon 5,5: parte bene, ma in occasione del gol dello 0-1 non segue Ederson che si inserisce. Appare svagato proprio sul piano tattico. Recupera spesso posizione con grande dinamismo, ma subisce molto l'aggressività dei campani.

Freuler 5,5: buona occasione al 19’ in campo aperto, ma Sepe respinge. Anche lui, come de Roon, fatica a tenere a bada gli avversari, che vanno spesso più veloci. Serata complicata.

Zappacosta 5,5: non una delle sue migliori prove, ma gli va riconosciuto di non aver mai mollato fino all’ultimo respiro.

Boga 4: nella prima mezz’ora di gioco sbaglia molto e non è mai incisivo. Negli altri 65' minuti succede praticamente la stessa cosa. In questo momento, il suo apporto alla squadra è praticamente nullo.

Zapata 4,5: per 45’ minuti viene costantemente anticipato, è stanco e si vede. Il mister lo manda ancora in campo quando forse avrebbe bisogno di rifiatare un attimo. (54’ Miranchuk 5,5: entra e cerca lo spunto, va molto meglio rispetto a Zapata e a tutti i titolari, ma non trova mai la giocata decisiva).

Muriel 5: solo una percussione a inizio gara con scarico per Scalvini in tutto il primo tempo, combina poco anche nella ripresa e nel finale lascia il campo ma non il segno.  (76’ Malinovskyi 6: suo l’assist per il gol di Pasalic che pareggia i conti, entra con una foga e con la voglia di chi vorrebbe forse avere più spazio).

Gasperini 5: con il senno di poi, alcune scelte non pagano e siccome è lui a farle, giusto imputare a lui gli errori. In particolare, lasciare in panchina Pasalic in un momento in cui la squadra fa così fatica a segnare è davvero molto... singolare.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter