Atalanta
La bagarre

Qualificazione alla Champions League: ancora tre punti e sarà matematica

La Dea è sempre avanti nella corsa alla competizione europea più importante. I bergamaschi sono a una vittoria dalla terza qualificazione consecutiva

Qualificazione alla Champions League: ancora tre punti e sarà matematica
Atalanta 13 Maggio 2021 ore 00:50

di Fabio Gennari

Solo buone notizie dalla serata di campionato che ha mandato in archivio la 36esima giornata di Serie A. L'Atalanta ha vinto con merito contro il Benevento e si è portata a quota 75 punti: sono gli stessi del Milan ma, per lo scontro diretto vinto all'andata e per numeri migliori sia in termini di gol fatti che di differenza reti, è la Dea a poter vantare il secondo posto in classifica. Attualmente, alle spalle dell'Inter, ci sono appunto orobici e rossoneri a 75, il Napoli a 73, la Juventus a 72 e la Lazio (potenzialmente, se vince il recupero con il Torino) a 70.

Questo scenario conferma che l'Atalanta a quota 78 sarebbe aritmeticamente in Champions League. Se la Juve raggiungesse la stessa quota sarebbe alle spalle dei nerazzurri per gli scontri diretti (una vittoria e un pari per la Dea), in caso di arrivo a tre con il Milan e la Juventus, l'Atalanta sarebbe in Champions per la classifica avulsa. Quindi per i bergamaschi oggi l'obiettivo da raggiungere è esattamente lo stesso punteggio (da record) dell'anno scorso. Se a Genova non dovessero arrivare tre punti ma solo un pareggio, i bergamaschi potrebbero comunque festeggiare a 76 punti se la Juventus non battesse l'Inter.

Quest'ultima combinazione tiene in gioco anche la Lazio, che può arrivare appunto fino a quota 76, ma con tutte e due le squadre i ragazzi di Gasperini sono in vantaggio negli scontri diretti. Da questi semplici conteggi si capisce molto bene quanto la formazione bergamasca sia avanti rispetto alle avversarie: paradossalmente, ci si può anche permettere di perdere una delle prossime due partite. Sempre che la Juve faccia filotto però, scenario di certo non scontato con la gara contro l'Inter di mezzo.

Oltre alla fondamentale qualificazione alla Champions, i nerazzurri puntano anche al secondo posto e va sottolineato come a quota 79 i bergamaschi sarebbero certi di agguantarlo in caso di arrivo a pari punti con il Milan e il Napoli. Se tutte e tre le squadre vincessero il prossimo turno, un pareggio all'ultima giornata contro il Milan metterebbe la Dea nella condizione di avere la miglior classifica avulsa di tutte negli scontri diretti. Se Atalanta-Milan finisse in pareggio, l'Atalanta avrebbe conquistato 7 punti nelle gare contro Napoli e Milan, il Napoli 6 e il Milan solo 4.