Il personaggio

Sabato si va a Verona e l’osservato speciale sarà Pessina. In ballo c’è il suo futuro

Con i gialloblù da inizio stagione, il centrocampista 23enne nato a Monza va valutato a fondo per decidere se riportarlo alla base o meno

Sabato si va a Verona e l’osservato speciale sarà Pessina. In ballo c’è il suo futuro
16 Luglio 2020 ore 09:30

di Fabio Gennari

La sfida di sabato a Verona contro l’Hellas di Juric, oltre a essere interessante per osservare da vicino l’allenatore che più di tutti si avvicina a Gasperini per come mette in campo e fa giocare la sua squadra, sarà una gara preziosa per apprezzare da vicino la crescita di Matteo Pessina. Il prodotto del vivaio del Milan è andato in prestito sulle rive dell’Adige per trovare continuità e sta rispondendo davvero bene.

Oltre ai gol (sei) e agli assist per i compagni, Pessina (classe 1997) ha giocato tra centrocampo e attacco con ottimi risultati, collezionando una trentina di presenze in una squadra che si è resa fin qui protagonista di un gran campionato. La valutazione da fare è sul futuro in nerazzurro: con Tameze in crescita e un centrocampo atalantino che può contare anche su de Roon, Freuler, Pasalic e pure Gomez e Malinovskyi, la scelta migliore sembra essere quella di un nuovo prestito.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia