un investimento da 400 mila euro

Al via il cantiere per la riqualificazione di via Lavanderio: come cambia la viabilità

Il sentiero, danneggiato da una frana, verrà consolidato. Previste anche la costruzione di un corrimano, l'installazione dell’illuminazione pubblica e la realizzazione di un impianto per lo smaltimento della pioggia

Al via il cantiere per la riqualificazione di via Lavanderio: come cambia la viabilità
Attualità Bergamo, 07 Settembre 2021 ore 13:54

Da anni il sentiero di via Lavanderio, sui Colli di Bergamo, è bloccato dalle transenne, chiuso al transito dopo che una frana ha reso pericoloso parte del suo percorso. Oggi, martedì 7 settembre, è stato però avviato il cantiere per la risistemazione dei circa 270 metri di strada che collegano via generale Marieni a via Lavanderio, così chiamata per la presenza di un vecchio lavatoio all’incrocio con via Astino.

Per la riqualificazione, che ha incassato il via libera della Soprintendenza e del Parco dei Colli, l’assessorato ai Lavori pubblici ha previsto un investimento di 400 mila euro. «Il sistema delle scalette dei Colli – spiega l’assessore Marco Brembilla – rappresenta un grande patrimonio della nostra città. Con questa consapevolezza, sin dall’insediamento dell’Amministrazione, lavoriamo prevedendo ogni anno un intervento su una scaletta e percorso diversi».

Prima di via Lavanderio, infatti, Palazzo Frizzoni era intervenuto per mettere a nuovo la scaletta di Santa Lucia, lo Scorlazzone, la scaletta di via Monte Bastia, il vicolo San Carlo, la scaletta Bellavista e via Moratelli (sta per partire il secondo lotto di lavori), la scaletta di via del Paradiso (in questo caso il cantiere è ancora in corso). «A questo piano di valorizzazione aggiungiamo quello per la realizzazione dell’illuminazione pubblica – aggiunge Brembilla -, che ha consentito di illuminare la scaletta di Santa Lucia, vicolo Fontanabrolo, la salita dello Scorlazzino».

I dettagli della messa in sicurezza di via Lavanderio

Si tratterà di un intervento conservativo, necessario a consolidare e a stabilizzare i tratti di sentiero maggiormente sconnessi intervenendo sui muretti a secco posti a valle e sul ripristino della pavimentazione in selciato. Inoltre verrà realizzato un corrimano e installata la rete d’illuminazione pubblica, contenendo il più possibile l’impatto ambientale.

È prevista anche la realizzazione di un impianto per lo smaltimento delle acque meteoriche, ottenuto posizionando nella parte di strada vicina a via Generale Marieni alcune griglie di raccolta dell’acqua piovana, che verrà convogliata nella rete di drenaggio esistente.

Come cambia la viabilità

Per permettere agli operai di lavorare (il cantiere dovrebbe durare 100 giorni, salvo imprevisti) fino alla fine dell’anno la viabilità nell’area sarà la seguente:

 In via Lavanderio, nel tratto compreso tra il civico 13 e l’intersezione con Via Generale Marieni

  • divieto di sosta 0-24 su entrambi i lati, in tutti gli stalli di sosta ricadenti nell’area dei lavori, eccetto che per i mezzi impegnati nel cantiere
  • limite massimo di velocità a 30 chilometri orari
  • divieto di transito veicolare e pedonale in corrispondenza delle aree interessate dai lavori, eccetto i mezzi d’opera dell’impresa impegnati nei lavori ed eccetto i residenti

In via Generale Marieni, nel tratto in corrispondenza con l’intersezione della Via Lavanderio

  • divieto di sosta 0-24 su entrambi i lati, in tutti gli stalli di sosta ricadenti nell’area dei lavori, eccetto i che per i mezzi impegnati nel cantiere