L'insetto esotico infesta i tronchi

Ci mancava pure il tarlo asiatico: a Ghisalba molte piante dovranno essere abbattute

Ci mancava pure il tarlo asiatico: a Ghisalba molte piante dovranno essere abbattute
Attualità 13 Agosto 2021 ore 13:54

Ci mancava solo il tarlo asiatico. È questo quello che avranno pensato molti abitanti di Ghisalba, comune della Bergamasca in cui si è infiltrato clandestinamente un ospite alquanto sgradito: si tratta di un insetto, una sorta di coleottero più grande rispetto a quelli locali, che infesta i tronchi degli alberi. La sua presenza può essere constatata piuttosto facilmente, in quanto già dopo poco tempo si possono notare sulle piante dei fori nella corteccia. Il tarlo asiatico, infatti, vive all'interno del legno e in un certo periodo di tempo porta alla morte dell'albero.

Per evitare che si diffonda in maniera incontrollata anche in altre zone, già da qualche giorno Regione Lombardia ha fatto scattare l'allarme sanitario, emettendo un'ordinanza che vieta la potatura e lo spostamento di alberi e siepi, oltre al conferimento di rami tagliati alla piattaforma ecologica, a tutti i cittadini e alle attività fino al 30 settembre. «Per adesso è presente sia in alcune abitazioni private , sia nei parchi pubblici - ha dichiarato il sindaco di Ghisalba, Gianluigi Conti - . Si sta provvedendo alla mappatura della presenza di questo tarlo, dopodiché ci saranno gli interventi necessari a partire da settembre».

Nel paese della pianura sono all'opera i tecnici di Ersaf (Ente regionale per i servizi all'agricoltura e alle foreste), coordinati dal Servizio fitosanitario della Lombardia. Le aree infestate sono state delimitate, con gli esperti al lavoro prima con l'osservazione a terra tramite binocolo, poi con l'indagine diretta sugli alberi. I provvedimenti di sanificazione prevedono l'abbattimento di tutte le piante infestate e di quelle potenzialmente sensibili nel raggio di cento metri. Il Servizio fitosanitario si è inoltre raccomandato, nel caso i cittadini dovessero individuare la presenza di questo insetto, di segnalarlo immediatamente a loro oppure all'Ufficio tecnico del Comune.