Attualità
Risultato importante

Ciclabile della Val Seriana, ad Albino sono finalmente percorribili le nuove passerelle

L'intervento, iniziato a giugno dopo un anno di chiusura della pista, si è finalmente concluso. È costato 157 mila euro

Ciclabile della Val Seriana, ad Albino sono finalmente percorribili le nuove passerelle
Attualità Val Seriana, 20 Luglio 2022 ore 15:25

di Fabio Gualandris

Finalmente riaperte al libero passaggio le due passerelle della ciclopedonale della Val Seriana che scavalcano la roggia Comenduna-Spini tra Desenzano e Comenduno di Albino. Sabato 30 luglio si terrà l’inaugurazione ufficiale, unitamente a quella del nuovo ponte a Vertova.

Foto di Mario Rossi

Lo comunica con soddisfazione il sindaco di Albino, Fabio Terzi: «A un anno dalla loro chiusura, da qualche giorno le passerelle sono state riaperte. La Comunità Valle Seriana si è impegnata a trovare le risorse, sviluppare il progetto, passare le forche caudine di tutte le autorizzazioni del caso (Soprintendenza, Consorzio di Bonifica, eccetera…). Sono state posate e collaudate e finalmente quel tratto della ciclabile di Albino è tornato a essere utilizzato e fruibile da tutti gli appassionati. Le passerelle sono realizzate in materiale metallico, per evitare di trovarci tra dieci anni nelle stesse condizioni di doverle nuovamente sostituire, ma il pianale è in legno, in modo tale che il fondo non sia scivoloso in caso di pioggia e umidità. La Comunità Montana si sta impegnando anche con interventi, lungo tutta l’asta della ciclabile del Serio, di rinnovo delle staccionate, che non saranno più in legno ma in acciaio Cor-Ten la cui posa è stata approvato dalla Soprintendenza, sperando così che per almeno i prossimi trent’anni garantisca protezione e sicurezza».

Era il 9 giugno 2021 quando il comandante della Polizia Locale di Albino e responsabile dell’area 4, in seguito a presa visione della relazione trasmessa alla Comunità Montana da parte dell’ing. Emilio Nicoli seguita al sopralluogo alle due passerelle ciclopedonali, emise un’ordinanza per l’immediata chiusura dei manufatti ammalorati.

Ufficialmente, non è mai stato istituito un percorso alternativo e, di fatto, si è interrotta la ciclopedonale: risalendo la valle a Desenzano al Serio, riscendendola a Comenduno. In effetti percorsi alternativi protetti non sono stati predisposti, ma sono molti i cicloamatori e i camminatori che in questi oltre tredici mesi si sono avventurati sulla ex Provinciale, il raccordo più breve che misura 1,7 km con tempo di percorrenza a piedi di circa 21 minuti.

5 foto Sfoglia la gallery

Per il servizio interrotto non sono mancante forti prese di posizione di associazioni come Aribi (Associazione per il Rilancio della Bicicletta) e di cittadini che hanno parlato di vergogna, soprattutto per la mancata manutenzione di un’infrastruttura molto frequentata, per anni considerata un’attrattiva per i turisti, ma soprattutto una risorsa indispensabile per gli abitanti della Valle.

I lavori sul tratto albinese sono iniziati il 13 giugno scorso e hanno previsto la rimozione delle due passerelle in legno e la loro sostituzione con manufatti in ferro. L’opera è finanziata dalla Comunità Montana Valle Seriana per un importo di 157 mila euro, di cui settemila di oneri per la sicurezza, ed è stata eseguita dall’impresa Cosmet di Fantoni Srl.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter