Attualità
il piano d'interventi

Consolidamento dei muri storici di Bergamo: il Comune stanzia 1,1 milioni di euro

Nel 2022 si interverrà in quattro punti della città: il parco della Crotta, la scaletta della Funicolare bassa, il parco della Trucca e Porta Garibaldi

Consolidamento dei muri storici di Bergamo: il Comune stanzia 1,1 milioni di euro
Attualità Bergamo, 11 Dicembre 2021 ore 15:11

Palazzo Frizzoni investirà più di un milione di euro per consolidare, risistemare e mettere in sicurezza i muri di sostegno attorno Città Alta e lungo i Colli di Bergamo.

In questi giorni i tecnici incaricati dal Comune sono al lavoro in via Porta Dipinta, per rimettere a nuovo il muro che costeggia la strada all’altezza dei numeri civici 8 e 10, ma nell’arco del prossimo anno interverranno in altri quattro punti: Colle Aperto, Funicolare bassa, parco della Trucca e Porta San Lorenzo, nota anche come Porta Garibaldi. Progetti distinti, ma che l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla definisce come un’unica «grande opera per la nostra città, così delicata e bisognosa di costante attenzione».

Il piano d’interventi ha un valore di 1,1 milioni di euro. Ad oggi resta da completare l’ultima fase di progettazione, poi saranno assegnati i lavori, presumibilmente entro l’estate prossima. Nel dettaglio, il Comune di Bergamo interverrà per sistemare il muro di pietra che cinge, lungo largo Colle Aperto, il Parco della Crotta, un’area già da tempo recintata visti i problemi della parete di pietra che costeggia il passaggio alla Torre di Adalberto (la riqualificazione della Toore è un altro cantiere attualmente in corso). Sarà realizzata una paratia in micropali per sostenere la spinta del terreno e verrà consolidato il muro a nord, mentre dovrà essere ricostruito il muro a sud, che costeggia l’area del parco giochi.

Quindi toccherà alla scaletta che dalla stazione della Funicolare bassa si snoda fino a via Sant’Alessandro e, da qui, conduce a porta San Giacomo; uno dei percorsi pedonali più frequentati per arrivare in Città Alta. In questo caso è necessario adeguare alle norme di sicurezza il muretto che costeggia gran parte della scaletta: questo dovrà essere alzato per raggiungere il metro di altezza e, nell’occasione, ne sarà migliorata la tenuta con interventi mirati di consolidamento.

Al parco della Trucca verrà sostituito il ponte in pietra, che ha riportato fessurazioni e una situazione di degrado del tessuto murario tali da richiedere un intervento urgente.

Infine, l’intervento forse più significativo è quello che completerà il consolidamento dell’accesso a Porta San Lorenzo, lungo la via Maironi da Ponte. Un cantiere che da solo vale 700 mila euro e circa cinque mesi di lavori. Qui verrà realizzata una paratia lunga circa 125 metri, ancorata a tiranti per sgravare i muri di contenimento esterni al viadotto delle spinte che derivano dalla massicciata stradale. Saranno anche ripuliti i muretti lungo la carreggiata e risistemati attraverso un lavoro cosiddetto “cuci-scuci”, oltre che realizzati nuovi sistemi per la raccolta della pioggia.

«Come è chiaro – osserva Brembilla – questi cantieri si svolgeranno tutti in luoghi molto frequentati e apprezzati dai nostri concittadini, a dimostrazione dell’attenzione necessaria per questi ambiti particolarmente delicati della città. Il lavoro che abbiamo progettato lungo il viadotto di Porta Garibaldi, inoltre, è risolutivo per quel che riguarda un luogo peculiare della città, dove aveva origine l’antica via Priula e che costituisce tutt’ora una delle principali porte d’accesso al centro storico».