Lotta al Covid

«Ecco perché abbiamo detto sì ai tamponi antigenici a prezzi calmierati»

Le dottoresse Alice Gnecchi ed Elena Mosconi gestiscono la Farmacia Verdello centro: «Una decisione sofferta ma necessaria

«Ecco perché abbiamo detto sì ai tamponi antigenici a prezzi calmierati»
Attualità 24 Agosto 2021 ore 17:38

di Heidi Busetti

Una decisione che mette al centro la persona. La Farmacia Verdello Centro, in via Marconi 11, è tra quelle che hanno aderito alla richiesta del Governo in merito ai tamponi antigenici a prezzi calmierati. Una decisione che le dottoresse Alice Gnecchi ed Elena Mosconi, titolari della farmacia, definiscono «sofferta ma necessaria» per venire incontro al cliente nella tempesta del Covid.

«Abbiamo deciso di aderire all’iniziativa perché fin da subito ci siamo sentite investite da un senso di responsabilità nei confronti dei clienti. Troviamo corretto ed etico andare incontro alle esigenze dei singoli soprattutto verso coloro che non avendo potuto vaccinarsi per tempo, parliamo per lo più dei giovani, si ritrovano a oggi scoperti dal vaccino o con una sola dose effettuata - racconta la dottoressa Alice, 34 anni e originaria della Valle Seriana -. La decisione di offrire tamponi a prezzi calmierati non è stata presa con leggerezza, ma ben pensata, perché oltre a essere un presidio della salute e un luogo fondamentale per molti cittadini, la farmacia è, come ogni attività, un’azienda che deve fare i conti con logistica, personale e gestione interna. Naturalmente siamo felicissime di essere d’aiuto nel nostro piccolo alla comunità nella quale viviamo e siamo ben inserite anche dal punto di vista umano».

Tutto questo comporta un investimento di risorse del personale e di tempo non indifferente. Basti pensare, banalmente, che se il farmacista sta eseguendo il tampone non può servire al banco, idem per quanto riguarda gli invii telematici e la gestione delle prenotazioni. Ecco che allora la scelta diventa complessa, da giocarsi in una serie di equilibri che non possono prescindere dalla qualità del servizio, come il tempo da dedicare alle categorie più fragili a cui, per esempio, va spiegata la corretta aderenza terapeutica e i consigli per far sì che tutto proceda al meglio. «Come dalle linee guida ufficiali, perché il servizio sia puntuale è necessaria la prenotazione - racconta ancora Alice -. Questo ci permette di pianificare al meglio le tempistiche, compilare i documenti necessari per la Privacy, sanificare gli ambienti e avere sempre una dottoressa disponibile fin dalla misurazione della temperatura corporea, necessaria per procedere al tampone».

Il tampone, se negativo, genera un green pass temporaneo valevole 48 ore e questo comporta in molti casi la necessità di effettuarne diversi, anche in una sola settimana con costi che diventano davvero poco sostenibili. «Tra gli altri servizi, offriamo la stampa gratuita del green pass - sottolinea Elena, trentacinquenne di Leffe - e abbiamo aderito al Servizio di Regione Lombardia, in merito alla possibilità di eseguire due tamponi gratuiti ogni quindici giorni per i ragazzi tra i 14 e i 19 anni, servizio che, dal 23 agosto, sarà esteso anche la fascia di età dai 6 ai 13 anni in vista della ripresa della scuola».

Il prezzo calmierato non riguarda solo i ragazzi e i giovani. «Come tutte le farmacie aderenti, anche la Farmacia Verdello Centro applicherà la riduzione a 8 euro del costo del tampone, per i minori di età compresa tra i 12 e i 18 anni», conclude la dottoressa Elena.

Ricordiamo che il Green Pass è obbligatorio per pranzare e cenare nei ristoranti e nei bar al chiuso, per frequentare palestre, piscine, assistere agli spettacoli e partecipare agli eventi aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo. Inoltre, dal 1 settembre, docenti e personale della scuola potranno lavorare solo se dimostreranno di essere immunizzati, guariti dal Covid o negativi al tampone. Una normativa che dà ancora più valore alla scelta delle giovani farmaciste.