Erosione continua

Il Serio in piena porta via (ancora) un pezzo di pista ciclabile a Ghisalba

Chiusa la strada a ciclisti e pedoni per motivi di sicurezza, in corso studi al Parco del Serio per contrastare il fenomeno

Il Serio in piena porta via (ancora) un pezzo di pista ciclabile a Ghisalba
Attualità 09 Agosto 2021 ore 16:43

È successo ancora. Dopo l'episodio dell'anno scorso, un altro tratto di pista ciclopedonale a Ghisalba è stato portato via dalla furia del fiume Serio, stavolta al confine con Cavernago.

Il fatto è avvenuto nel corso del violento temporale che si è abbattuto, la notte tra mercoledì e giovedì scorso, sulla Bergamasca e in particolare sui territori della val Seriana, senza dimenticare le condizioni in certe zone di montagna del Brembo, come a San Pellegrino dove l'ingrossarsi del fiume e l'aumento di livello dell'acqua ha portato ha lanciare l'allerta da parte dell'Amministrazione comunale, rientrata solo verso le 2,30. La scomparsa poi di un pezzo di pista ciclabile dopo il nubifragio, con modalità molto simili, ha interessato anche il Comune di Albino.

A Ghisalba ora le autorità sono intervenute transennando e impedendo l'accesso, per ovvi motivi di sicurezza, a ciclisti e pedoni, anche con segnali di pericolo. Al momento il Comune fa sapere che nell'immediato è difficile prevedere le modalità d'intervento, come spiegato dall'assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Battista Galli: «Prossimamente contatteremo una ditta per posare delle protezioni più efficaci e difficilmente rimovibili, perché quelle messe in precedenza sono state vandalizzate o fatte sparire».

Nel frattempo, al Parco del Serio gli enti competenti, in collaborazione con il Dipartimento di Geoscienze dell'Università di Padova, stanno lavorando per trovare una soluzione a questo fenomeno, tale per cui il Serio puntualmente, ormai ogni anno, si porta via dei pezzi di terreno vicini alla riva, causando danni e problemi sia ai Comuni che ai cittadini.