Attualità
Progetto approvato

Nuovi alberi "anti smog" nei viali e nei parchi di Bergamo: dal Comune 500 mila euro

La giunta comunale ha anche dato il via libera a un piano di manutenzione straordinaria delle alberature dal valore di 500 mila euro

Nuovi alberi "anti smog" nei viali e nei parchi di Bergamo: dal Comune 500 mila euro
Attualità Bergamo, 19 Gennaio 2022 ore 12:45

In parchi, aree verdi, viali e scuole di Bergamo verranno piantati alberi “anti smog” che, grazie alla conformazione della pagina fogliare, hanno la capacità di trattenere le polveri sottili e metabolizzare l’anidride carbonica.

È l’ultimo piano di potenziamento del patrimonio arboreo cittadino approvato dalla giunta comunale, per il quale è previsto un investimento di 500 mila euro. «Il progetto per il 2022 prevede la piantagione di quasi 2 mila nuovi alberi di buone dimensioni – commenta l’assessore al Verde pubblico Marzia Marchesi -, risulta quindi particolarmente importante non solo per gli aspetti di decoro urbano e di reintegro delle fallanze presenti sul territorio cittadino, ma soprattutto per la questione ambientale, legata alla qualità della vita».

Area nuove piantagioni_2019-2024_1
Foto 1 di 3
Area nuove piantagioni_2019-2024_3
Foto 2 di 3
Area nuove piantagioni_2019-2024_2
Foto 3 di 3

Gli alberi verranno scelti in funzione del luogo in cui verranno piantati (ad esempio se in un viale o nel giardino di una scuola), delle condizioni ambientali, della massima altezza di crescita, delle caratteristiche del terreno e delle temperature stagionali.

In generale le specie migliori rispetto all’ambiente urbano, adottate anche per i prossimi interventi a Bergamo, sono quelle autoctone e della flora locale come il frassino maggiore, l’orniello, il biancospino, l’acero, il bagolaro, il gingko biloba, il gelso, il carpino bianco, il ciliegio, il pero, la quercia, il tiglio, l’ontano e il platano.

Approvato anche un piano per la manutenzione straordinaria

Accanto al progetto riguardante queste nuove piantumazioni, Palazzo Frizzoni ha approvato anche quello esecutivo per la potatura, l’eliminazione dei rami secchi e il contenimento delle chiome delle piante. Anche per questo progetto è prevista una spesa di 500 mila euro.

Il Comune ha effettuato un monitoraggio, individuando una cinquantina di viali alberati e aree verdi sui quali intervenire prioritariamente, anche attraverso l’utilizzo della tecnica del tree climbing, l’abbattimento di esemplari in precarie condizioni fitosanitarie, l’eliminazione delle ceppaie, l’esecuzione di Vta visivi e strumentali per la valutazione delle caratteristiche morfologiche e strutturali dell’albero e l’individuazione di situazioni di potenziale pericolo.

Seguici sui nostri canali