Dal 10 maggio

Passo San Marco, ora si possono raggiungere i rifugi. Ma c'è ancora neve

L'ultimo tratto, quello che porta al passo, è ancora chiuso: Anas si sta occupando della pulizia. La coltre bianca supera il metro e mezzo

Passo San Marco, ora si possono raggiungere i rifugi. Ma c'è ancora neve
Pubblicato:
Aggiornato:

Nonostante la neve ancora presente, a mezzogiorno di ieri - venerdì 10 maggio - ha riaperto la strada statale (in territorio del Comune di Averara) che conduce al passo San Marco, permettendo così a escursionisti e visitatori di raggiungere nuovamente i due rifugi in zona - il San Marco 2000 e la Cantoniera.

Come riporta L'Eco di Bergamo, tuttavia, risulta chiuso ancora un ultimo tratto di strada che dal rifugio porta al passo, proprio a causa della neve che è presente copiosa soprattutto sul versante valtellinese, nel territorio comunale di Albaredo per San Marco (provincia di Sondrio).

La strada è di competenza Anas, che si occuperà quindi anche della sua pulizia, già iniziata nei giorni scorsi. L'obiettivo è permettere la completa riapertura della strada. La neve, fino a non molto tempo fa, superava infatti ancora il metro e mezzo. Il prossimo 15 giugno, poi, ci sarà il Passo San Marco day, giornata in cui il passo sarà aperto alle sole biciclette.

Commenti
Francesco Giuseppe

Ricordo che questa strada è stata regalata ad ANAS dalla amministrazione provinciale per di toglierla dalla disponibilità dei Bergamaschi come quella della valle Seriana e tutti vediamo l'interesse dei romani dell'ANAS per le due strade. Questa strada, aperta, darebbe sfogo alla valle Brembana, commerciale e turistico. Da maggio i turisti tedeschi e del nord vengono in auto e moto per fare i passi alpini, fermandosi a mangiare e dormire nelle nostre valli, ma i geni ANAS tengono tutto chiuso per neve. Allora è meglio il riscaldamento globale, senza neve? I passi svizzeri Maloja, Ofenpass, Lucomagno, Julierpass, Bernina, ecc. aperti. solo qui si tiene chiusa. Assurdo e dannoso! Ma ai romani evidentemente non interessano i nostri danni.

Daniela

Concordo con FRANCESCO GIUSEPPE...assurdo è dire POCO ....

,FRANCESCO GIUSEPPE

Riusciremo a transitare almeno in agosto o lo terranno chiuso tutto l'anno? Troppa neve con il riscaldamento globale? Una strada così importante chiusa 9 mesi all' anno è assurdo! In Austria e Svizzera cosa fanno? Che l'ANAS romana si svegli, non pensi solo alle pianure del Lazio

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali