Causa neve

Rimane ancora chiusa per sicurezza la strada per il Passo San Marco

Il percorso dal rifugio della Madonna delle Nevi è interdetto ad alpinisti ed escursionisti. Sul lato valtellinese manto bianco

Rimane ancora chiusa per sicurezza la strada per il Passo San Marco
Pubblicato:
Aggiornato:

Rimane chiusa la strada che porta al Passo San Marco: il percorso che dal rifugio Madonna delle Nevi di Mezzoldo porta a quelli della zona è praticamente sgombro, ma il divieto rimane nonostante si sia ormai a maggio.

Come riportato oggi (mercoledì 1 maggio) da Val Brembana Web, non c'è molta neve e il rischio valanghe è quasi nullo, sebbene ci sia qualche muro a lato della carreggiata che potrebbe cadere di sotto.

Chiusa per sicurezza

Il passo è collegato con la Valtellina dove, invece, si può notare uno spesso manto bianco, di oltre un metro e mezzo. Gli scorsi anni, il valico era stato di nuovo aperto al traffico a motore a metà di questo mese ma, a causa della grande quantità di neve dall'altra parte, si potrebbe posticipare la data, considerando che a inizio aprile c’era stata anche una frana ad Albaredo sul versante di Sondrio.

Gli alpinisti, quindi, si dovranno fermare in prossimità del rifugio Madonna delle nevi.

Commenti
Luca Innocenti

Chissà perché in Trentino alto Adige non hanno questi problemi? Forse perché lì non nevica?

Eliana

x quale motivo non lasciano arrivare fino ai rifugi che la strada fino la è pulita ? E anche il collegamento con la Valtellina è molto importante. . Da quando è subentrata l,Anas di Roma hanno peggiorato tutto.

Massimiliano Petrucci

Sono d'accordo, si crea un danno economico a tutte le attività turistiche della valle.

,FRANCESCO GIUSEPPE

Come al solito l'ANAS romana non vuole che la strada del passo San Marco sia utilizzata da turisti e cittadini. È assurdo che venga aperta solo 4 mesi all' anno, quando invece è utilissima. Ma a Roma dei Bergamaschi non frega nulla.

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali