A Bagnatica cartelli e poster

Sai chi è la cacca? Messaggio forte e chiaro per chi non raccoglie gli escrementi dei cani

Sai chi è la cacca? Messaggio forte  e chiaro per chi non raccoglie gli escrementi dei cani
Attualità 17 Agosto 2021 ore 16:59

Raccoglierla oppure no? La risposta dovrebbe essere abbastanza scontata, ogni padrone di cane sa benissimo che le deiezioni del proprio amico a quattro zampe, qualora toccassero il suolo comunale, dovrebbero essere immediatamente raccolte e gettate nell'apposito cestino. Però a volte ci sono pochi contenitori nelle vicinanze, oppure il cane la fa in mezzo ai cespugli al parco e allora si viene assaliti dai dubbi.

Sembra averne pochi invece il Comune di Bagnatica, da diversi anni sensibile al tema ambientale, così come al decoro. Tanto da distinguersi nelle classifiche a livello anche nazionale per la gestione dei rifiuti e le alte percentuali raggiunte con la raccolta differenziata. L'amministrazione ha messo nelle condizioni i suoi cittadini di poter svolgere quest'attività di raccolta e smaltimento, sicuramente poco gradevole ma alquanto necessaria, ma ha riscontrato anche recentemente la fatica di alcuni di recepire il messaggio, così da costringere i malcapitati pedoni a zigzagare tra mille ostacoli caratteristici.

Una faccenda che non è piaciuta al sindaco, Roberto Scarpellini, che assieme al consigliere con delega all'ambiente Valentina Carminati ha deciso di avviare un'agguerrita campagna contro l'abbandono di escrementi canini. Una mancanza che, qualora si risalga al padrone, porterebbe a una sanzione amministrativa dai 103 ai 500 euro.

In quest'operazione, la Giunta ha deciso di essere incisiva e chiara nel trasmettere il messaggio, dato che finora aveva faticato ad arrivare al mittente. Sono così apparsi vari cartelli e poster per il paese abbastanza curiosi, tanto da colpire i cittadini che hanno deciso di fotografarli e postarli sui social. In uno di questi manifesti, che puntano molto sull'attirare l'attenzione del passante, si può vedere uno di questi "prodotti" degli animali, in versione cartoon, mentre esclama «Se mi abbandoni per strada... la c***a sei tu!». Più esplicito di così.