inciviltà

Spazzatura lanciata dalle Mura, l'attacco di Orobicambiente: «Orde barbariche giovanili»

Le fotografie dell'immondizia raccolta sono state pubblicate su Facebook dal presidente dell'associazione, Giacomo Nicolini

Spazzatura lanciata dalle Mura, l'attacco di Orobicambiente: «Orde barbariche giovanili»
Attualità Bergamo, 17 Giugno 2021 ore 12:27

Cartacce, bicchieri di plastica, tubi di patatine, contenitori alimentari in Pvc e bottiglie in vetro di superalcolici. È soltanto parte dell’immondizia raccolta ai piedi delle Mura venete dai volontari dell’associazione Orobicambiente, che si occupano di ripulire i bastioni dai rifiuti abbandonati o dalla vegetazione che cresce spontaneamente.

La fotografia della sporcizia raccolta in otto sacchetti è stata pubblicata ieri (mercoledì 16 giugno) su Facebook dal presidente dell’associazione, Giacomo Nicolini, che ha sottolineato come Bergamo sia ancora ben lontana «dal divenire capitale della cultura».

I colpevoli di questi atti d’inciviltà, secondo Nicolini, sarebbero le «orde barbariche giovanili che, non lavorando e studiando, si arrogano il diritto di deturpare, distruggere, insozzare, imbrattare i beni di tutti che farebbero della nostra città un vanto assoluto di bellezza nel nostro Paese – si legge nel messaggio pubblicato sui social -. Le immagini a corredo del presente messaggio consolidano le mie affermazioni, mostrando i rifiuti raccolti nelle 24 ore successive all'ultimo quantitativo indirizzato allo smaltimento».

Da ultimo il presidente si concede uno sfogo nei confronti di chi avanza dubbi sulla bontà del lavoro svolto dai volontari: «Continuate pure a contestare – scrive -, è nel vostro diritto, ma non permettetevi di infangare l'encomiabile operato dei miei volontari: a differenza di coloro che altro non sanno fare che polemizzare inutilmente, loro sono sempre in prima linea».