Attualità
IL PROGETTO

Stadio di Bergamo, via libera ai lavori della Curva Sud: si parte a giugno 2023

Il Comune ratifica l'intesa con l'Atalanta. In poco più di un anno ristrutturazione, parcheggio sotterraneo, riassetto di piazzale Goisis. E una nuova viabilità

Stadio di Bergamo, via libera ai lavori della Curva Sud: si parte a giugno 2023
Attualità Bergamo, 04 Agosto 2022 ore 16:33

Via libera della giunta comunale di Bergamo all’ultima variante del progetto dello stadio. Quella che, per intenderci, riguarda il rifacimento della Curva Sud e di tutte le opere di risistemazione dell’area circostante, zona Lazzaretto compresa.

Il Comune ha ratificato l’accordo con la società Atalanta. Prevede l’apertura dei cantieri all’inizio di giugno 2023. I lavori dureranno circa un anno e due mesi per la curva, il parcheggio sotterraneo e una nuova vasca di laminazione, e un paio di mesi per la parte esterna. Al termine, grossomodo verso ottobre 2024, il Gewiss sarà una delle strutture più moderne d’Italia, nel suo genere, con una capienza di 24mila spettatori. E saranno nuove di zecca anche tutte le aree circostanti, il piazzale del mercato, piazzale Goisis e la zona antistante il Lazzaretto.

Il piazzale del mercato

La zona cambierà letteralmente volto. Via le cancellate intorno al piazzale del mercato del sabato (che in settimana rimarrà parcheggio pubblico per 100 posti auto a raso). In arrivo nuovi spazi verdi, aiuole e alberature.

Per consentire l’eliminazione delle cancellate della attuale zona prefiltraggio, il progetto prevede la realizzazione di “placche” verdi, in grado di garantire l’uscita dall’impianto in caso di emergenza e di rispondere alle normative di sicurezza. Durante gli eventi sportivi, la netta separazione tra il settore ospiti e quello dei tifosi di casa sarà realizzata attraverso un sistema di cancelli con apertura a bilico. Il tutto verrà poi rimosso al termine delle partite, per ripristinare il normale utilizzo settimanale e l’accesso libero al piazzale.

8 foto Sfoglia la gallery

Il parcheggio sotterraneo e la vasca

Il parcheggio sotterraneo resta riservato all’Atalanta. L’ingresso e l’uscita saranno attraverso la stessa rampa. E non più da viale Giulio Cesare, com’era previsto in origine, ma dalla zona dello spigolo sinistro della curva sud. Inoltre è prevista una nuova vasca di laminazione interrata per le acque pubbliche. L’obiettivo è risolvere i problemi idraulici dell’area, caratterizzata dalla presenza della roggia Tremana e del Morla.

La zona del Lazzaretto

Di rilievo anche la riqualificazione del piazzale Goisis che sarà completamente trasformato. Via tutte le auto, sarà reso interamente pedonale. Con nuova pavimentazione, aree verdi e alberature di pregio. Da semplice area di sosta per i veicoli, la zona diventerà fruibile a chi voglia fare due passi o una passeggiata, per poi accedere al Lazzaretto vero e proprio.

La viabilità circostante

Il riassetto viabilistico era già cominciato con l’introduzione dei sensi unici in via Fossoli e via Celestini. Ora arrivano anche due nuove rotatorie, a poca distanza l'una dall'altra, tra le vie Crescenzi, Marzabotto e Lazzaretto. Non solo. Novità anche per la pista ciclabile che da viale Giulio Cesare si allungherà fino al Lazzaretto. Parte di questa ciclabile (in sedi separate) verrà realizzata sul marciapiede nord di via Lazzaretto, che verrà ridotta a una corsia di marcia nel tratto di percorrenza verso Ovest. Prevista inoltre l’istituzione di sensi unici in via Nedo Nadi (in direzione via Marzabotto), e in ingresso alla nuova rotatoria, a fianco della rampa d’accesso al parcheggio interrato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter