Attualità
La novità

Super Green Pass, le zone in cui si concentrano i controlli a Bergamo e i dubbi sui minori

In città e provincia le aree sensibili saranno interessate dalle verifiche, ma per gli studenti delle superiori su bus e treni si pone il problema di come comportarsi

Super Green Pass, le zone in cui si concentrano i controlli a Bergamo e i dubbi sui minori
Attualità Bergamo, 06 Dicembre 2021 ore 14:23

Come annunciato da tempo, nella mattinata di oggi (lunedì 6 dicembre) è scattato il nuovo regolamento del Super Green Pass, che dalla zona gialla pone restrizioni ancor più severe per i non vaccinati in alcuni ambiti, come i trasporti e i locali pubblici. Dopo la riunione settimana scorsa in Prefettura, erano state rese note le nuove misure e i controlli che sarebbero stati effettuati in città e in provincia, in particolare nelle zone più sensibili come le vie pubbliche principali, le piazze, i mercati per le mascherine e le fermate degli autobus insieme alle stazioni ferroviarie per il green pass, dato che per viaggiare, da stamattina, sarà necessario possederlo.

Al momento è ancora presto per fornire un primo bilancio di eventuali riscontri e sanzioni, ma le zone di Bergamo in cui si sono concentrati i controlli sono Porta Nuova, Polaresco, via Gavazzeni (per la presenza delle scuole), la Croce Rossa a Loreto. Per quanto riguarda invece la provincia, ad essere interessati sono stati i poli scolastici con maggior affluenza di studenti, ovvero Zogno, Albino, Seriate, Dalmine, Treviglio e Caravaggio.

Gli addetti e le forze dell'ordine verificheranno il possesso del certificato verde soprattutto alle fermate dei mezzi e nelle stazioni in cui transitano un maggior numero di pendolari, anche se si pone una questione importante: molti studenti di licei e istituti superiori sono vaccinati, ma se per caso se ne dovesse trovare uno su un bus o un treno senza green pass, come ci si dovrebbe comportare? Prevarrebbe la norma sul certificato o il diritto allo studio, dubbio già posto tempo addietro dal questore Maurizio Auriemma?

Il problema si presenta anche perché, qualora un controllore dovesse trovare un passeggero non in regola, non potrebbe né multarlo né costringerlo a scendere dal mezzo senza le forze dell'ordine.