Attualità
l'inaugurazione

Tagliato il nastro della Treviolo-Paladina, ora si guida anche tra Mozzo e Paladina

La strada è stata allargata fino a 10,75 metri; l’ampliamento delle carreggiate decongestionerà la viabilità e accelererà l’innesto nella parte sud

Tagliato il nastro della Treviolo-Paladina, ora si guida anche tra Mozzo e Paladina
Attualità Paladina e Valbrembo, 07 Marzo 2022 ore 16:08

È stato aperto al traffico questa mattina (lunedì 7 marzo) il secondo lotto della nuova tangenziale sud “Treviolo-Paladina”, un percorso che si snoda lungo 5 chilometri della strada provinciale 470.

La strada è stata allargata fino a 10,75 metri: l’ampliamento delle carreggiate decongestionerà la viabilità e accelererà l’innesto nella parte sud (dove il traffico defluirà in modo più veloce); inoltre, ci sarà la possibilità di attivare una corsia di emergenza in caso d’incidenti. Per favorire una migliore visibilità nelle ore notturne, o in caso di maltempo, sono state installate lungo il percorso luci a led.

La cronistoria dei lavori

Nel 2021, a fine giugno, è stato messo in conformazione definitiva il primo tratto di 3,3 chilometri della “Treviolo-Paladina”: dallo svincolo dell’asse interurbano nella zona commerciale di Mozzo, dove la Sp 470 dir scende “in trincea” al confine con Valbrembo, fino a Paladina, per uno sviluppo complessivo di ulteriori 1,7 chilometri. Oggi il secondo lotto si aggancia al primo all’altezza del centro commerciale di Curno, fino ad arrivare a Paladina. La conformazione della prima tratta è quasi definitiva; restano da ultimare il tappeto d’usura e le opere accessorie come l'illuminazione, la segnaletica e le piantumazioni.

I primi 3 chilometri, tra il comune di Curno (zona Leroy Merlin) e l'area a nord di Mozzo (zona commerciale) con le due corsie centrali dedicate al traffico della Sp 470 dir e le due laterali riservate alla viabilità locale e alle rampe d’innesto e uscita, miglioreranno il traffico, che oggi registra mediamente 25 mila passaggi al giorno ed è particolarmente intenso nelle ore di punta. L’ultimo tratto, tra Mozzo e Paladina, scorrerà per 1,7 chilometri in trincea e per 350 metri in cinque gallerie artificiali.

Grazie al completamento della quarta galleria è stato realizzato un nuovo parcheggio in superficie a servizio del comune di Valbrembo. Le due nuove rotatorie, invece, nel secondo tratto a nord, sono già aperte da tempo: si tratta della rotatoria de “Le Cornelle” e della rotatoria di Paladina, a fine tratta. «Siamo davvero molto soddisfatti del lavoro fatto dal nostro team, in linea con i tempi prefissati, finalizzato alla riqualificazione di un tratto di 5 chilometri della Sp 470 – commenta Massimo Vitali -. Un intervento eseguito nell’ottica della sostenibilità non solo per i lavori svolti in trincea, a salvaguardia dell’impatto ambientale e nella massima sicurezza generale del cantiere, ma anche per l'installazione dell’illuminazione a led a favore di una migliore visibilità».

La prima parte di cantiere della “Treviolo-Paladina” è stato completato con il rifacimento e l’allargamento dei tre viadotti, una nuova piattaforma idraulica, barriere fonoassorbenti per l’abbattimento dell’impatto acustico, nuove rampe d’innesto e uscita, il rifacimento dell’intero pacchetto stradale e le barriere di sicurezza. In questi ultimi mesi l’impresa Vitali si è dedicata all’ultimo tratto in trincea, dove si sono impegnate maestranze per circa 40 unità, diverse macchine operatrici e mezzi d’opera.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter