Attualità
Covid

Tamponi per chi arriva dalla Cina, a Orio al Serio nessun controllo

Per ora la misura è rivolta solo agli aeroporti con voli diretti. Anche in Europa stessi controlli, nessun rischio per gli scali intermedi

Tamponi per chi arriva dalla Cina, a Orio al Serio nessun controllo
Attualità Bergamo, 30 Dicembre 2022 ore 13:31

Fa parlare negli ultimi giorni il tampone obbligatorio per chi arriva dalla Cina. Al momento la misura è applicata solamente agli aeroporti di Malpensa e Fiumicino, dove atterrano gli unici voli diretti. In Bergamasca, invece, Ats non ha ancora ricevuto nessuna comunicazione a riguardo: pertanto, allo scalo di Orio al Serio i passeggeri non sono stati sottoposti a particolari controlli.

Nemmeno chi arriva da una destinazione europea: se è vero, infatti, che chi proviene dalla Cina può fare scalo in un aeroporto intermedio, è altrettanto vero che le medesime verifiche sui passeggeri provenienti dal Paese asiatico sono state applicate anche al resto degli Stati europei. "Sfuggire" a un eventuale controllo, quindi, risulterebbe quasi impossibile.

Per una maggiore sicurezza, l'Enac (Ente nazionale per l'aviazione civile) ha chiesto alle compagnie che operano in Italia di garantire il controllo di quei passeggeri provenienti dalla Cina e passati per scali intermedi, annunciando inoltre la volontà di eseguire test a campione sui voli interni. Dall'applicazione della misura, il 52 per cento dei passeggeri arrivati in Italia dalla Cina è risultato positivo al Covid. Dal sequenziamento, ha sottolineato l'assessore regionale al Welfare Guido Bertolaso, è emerso che si tratta di sottovarianti di Omicron di diversi lineage e tutti già conosciuti in Italia, a cui la popolazione è già stata vaccinata.

L'obiettivo è dunque quello di tenere d'occhio i ceppi della malattia che arrivano: finché continueranno tutte ad essere varianti di Omicron, «va bene». L'attenzione è alta soprattutto in vista del Capodanno cinese, previsto per la seconda metà di gennaio, quando gli arrivi e le partenze si faranno sempre più consistenti. «Il messaggio per tutti, in particolare i più fragili, è vaccinarsi» ha concluso Bertolaso.

Seguici sui nostri canali