il finanziamento

Tempesta Vaia: dalla Regione un altro milione di euro per contenere il rischio idrogeologico

Ne beneficeranno Branzi, la Comunità montana della Val Brembana e quella della Val Seriana. Il piano prevede 62 interventi in tutta la Lombardia

Tempesta Vaia: dalla Regione un altro milione di euro per contenere il rischio idrogeologico
Attualità Val Brembana e Imagna, 14 Luglio 2021 ore 15:17

Branzi, la Comunità montana della Val Brembana e quella della Val Seriana beneficeranno di oltre 1 milione di euro che si aggiungerà ai fondi già stanziati dal Pirellone per la messa in sicurezza del territorio dopo che fu colpito, a ottobre del 2018, dalla cosiddetta “tempesta Vaia”. La stima dei danni, solo nella Bergamasca, fu di circa 2 milioni di euro.

Il Dipartimento di Protezione Civile ha approvato il piano d'investimenti predisposto dalla Protezione civile lombarda, necessario per portare a termine la mitigazione del rischio idrogeologico.

«Il piano prevede 62 interventi - spiegano gli assessori regionali Pietro Foroni (Territorio e Protezione civile) e Fabio Rolfi (Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi) - per un valore complessivo di 9,4 milioni di euro: 4,3 milioni sono destinati a progetti contro il dissesto idrogeologico, gli altri 5,1 milioni per il recupero dei danni causati dalla tempesta».

Nello specifico, in provincia di Bergamo saranno realizzati otto interventi, per un totale di 1.074.500 euro. Il Comune di Branzi beneficerà di 170 mila euro, la Comunità montana della Val Brembana di 760 mila euro e la Comunità Montana della Val Seriana di 144.500 euro.

La tempesta Vaia

In due soli giorni la bufera colpì 4.600 ettari di territorio, appartenente a 186 Comuni lombardi. La Regione finanziò in toto il taglio degli alberi abbattuti o morti, l'esbosco dei tronchi e le spese per la progettazione e la direzione lavori, grazie anche ai 112 milioni di euro ricevuti con la legge finanziaria del 2018.

«Queste nuove risorse impegnate – specificano gli assessori regionali – derivano dai risparmi generati dagli interventi, eseguiti in modo tempestivo. Il fondo ci consentirà di mettere in campo buona parte dei progetti che devono essere ancora realizzati».