Attualità
Il settimanale

Torna il settimanale Prima Bergamo: cosa c'è sul giornale in edicola dal 7 al 13 gennaio

Approfondimenti sul Covid, il racconto di un ex dipendente Amazon, spettacoli e sport, ma anche il ricordo di diversi morti

Torna il settimanale Prima Bergamo: cosa c'è sul giornale in edicola dal 7 al 13 gennaio
Attualità 06 Gennaio 2022 ore 17:01

Dopo una settimana di pausa, da domani, venerdì 7 gennaio, torniamo in edicola con il nostro settimanale PrimaBergamo. Sarà il primo numero del 2022 appena iniziato e sono diversi i temi trattati relativi a Bergamo e hinterland.

Bergamo (e non solo)

Le prime pagine sono dedicate al Covid e alla situazione che stiamo vivendo. Oltre a un quanto mai utile riepilogo delle regole da seguire nel caso in cui si sia positivi o si sia entrati in contatto con un positivo, abbiamo fotografato lo status quo dei contagi, in continuo aumento, chiedendo numi ad alcuni esperti. Ci siamo dunque confrontati con il dottor Marco Rizzi, direttore di Malattie infettive al Papa Giovanni, e con il dottor Stefano Fagiuoli, direttore del Dipartimento di Medicina dell'ospedale cittadino. Proprio il dott. Fagiuoli (che già a fine novembre ci aveva rilasciato un'intervista molto interessante) ci ha spiegato come la malattia Covid di oggi sia molto diversa da quella di un anno fa.

Sempre in tema Covid, la dottoressa Patrizia Stoppa, direttore dell’unità operativa di Neuropsichiatria infantile e adolescenziale al Papa Giovanni, ci ha spiegato come la pandemia abbia ulteriormente acuito il problema dell'autolesionismo tra i più giovani, fenomeno che era comunque in forte ascesa già prima del Covid.

Vi proponiamo poi una serie di interessanti approfondimenti sia sulla politica che sull'economia. In particolare, raccontiamo il caso della Italcanditi, azienda di Pedrengo che è nel bel mezzo di una bufera per aver deciso di portare la produzione di marron glacé dallo stabilimento toscano di Marradi alla sua sede bergamasca: la politica nazionale è insorta. Un ex dipendente del polo Amazon di Cividate al Piano ci ha invece raccontato l'alienante mondo che si vive, professionalmente, all'interno della multinazionale dell'e-commerce.

Infine, sempre nella prima sezione del nostro giornale, una riflessione sulla Mura, la fine dell'accoglienza dei richiedenti asilo a Botta di Sedrina, un focus sui tantissimi fondi in arrivo alla città di Bergamo grazie al Pnrr e la delicata situazione del futuro del ponte San Michele, che divide la provincia orobica da quella di Lecco.

Tempo libero, Atalanta e sport

Nelle pagine dedicate al tempo libero, invece, un tour tra teatro e musica, storia e montagna con gli appuntamenti più interessanti da qui ai prossimi giorni. Immancabile poi un focus sull'Atalanta, tra partite saltate causa Covid, Coppa Italia e mercato, e sullo sport bergamasco in generale, con un approfondimento dedicato agli atleti della nostra provincia che a febbraio saranno protagonisti alle Olimpiadi invernali di Pechino: non sono mai stati così tanti.

Le pagine di provincia

Passando all'ampia sezione dedicata ai paesi della provincia, ad Albino vi raccontiamo alcuni nuovi progetti e ricostruiamo la tragedia che ha portato alla morte di Francesca Baglio. Restando in Val Seriana, vi portiamo ad Alzano per raccontarvi il lieto fine della storia che vede protagonista la piccola Rackel. Se a Seriate tiene banco la polemica relativa agli zero fondi in arrivo dal Pnrr, a Torre Boldone cresce la cooperativa Aretè e Ponte San Pietro saluta un pezzo di storia: chiude la storica bottega di Silvio Toccagni. Anche alla Roncola di Treviolo tiene banco una chiusura, purtroppo: è quella del negozio "Il cestino saporito" di Ines, che era l'ultimo negozio rimasto nella frazione.

A Dalmine vi sveliamo la fine del contenzioso tra il Comune e l'azienda Rea, ma anche il dolore della comunità per la morte dell'ex storico barbiere Roberto "Rubi" Fratus. E anche a Zanica diamo spazio al ricordo di una persona che non c'è più: Gabriele Albani, titolare di We&Pets e descritto dal sindaco come «una delle persone più vulcaniche che io conoscessi».

Ovviamente, questo è solamente un piccolo assaggio. Vi aspettiamo in edicola per scoprire tutte le altre notizie e le altre storie da Bergamo e provincia.