Mobilità pubblica

A distanza di due anni, la Linea C piace (lo dicono i numeri). E i passeggeri crescono

In cinque anni 4 milioni di passeggeri in più per Atb. E il 66 per cento dei chilometri (7 milioni e mezzo) viene percorso con mezzi ecologici

A distanza di due anni, la Linea C piace (lo dicono i numeri). E i passeggeri crescono
Bergamo, 20 Gennaio 2020 ore 11:13

di Paolo Aresi

Sugli autobus della vecchia Atb lo scorso anno hanno si sono registrati circa trentadue milioni di passeggeri tra biglietti, abbonamenti e passaggi vari. Un numero importante se si considera che il numero di passeggeri nel 2014 era stato di ventotto milioni e mezzo. Una crescita costante, frutto anche della linea C che, dopo un esordio che aveva sollevato delle critiche, giusto due anni fa, si è invece rivelata efficace.

Nel 2015 il numero di passaggi era salito a ventinove milioni, l’anno dopo si sfioravano i trenta milioni. Un salto consistente con l’istituzione della linea C, dal 5 febbraio del 2018, 131 anni dopo quel 1887 in cui il tram a cavalli faceva servizio in città, lo stesso anno in cui partì la funicolare da viale Vittorio Emanuele a Città Alta, progettata dall’ingegner Ferretti. La crescita dei passaggi ha riguardato anche la Teb: i passeggeri del tram per Albino erano stati tre milioni e quattrocento mila nel 2014, sono diventati tre milioni e ottocentomila nel 2018, con un aumento di quasi il dodici per cento.

Per quanto riguarda le fermate, Bergamo è quarta in Italia: fra tram, pullman e funicolare la nostra città dispone di ventisei fermate ogni due chilometri quadrati di superficie. Meglio di Bergamo fanno soltanto Torino, Brescia e Bari.

Un altro numero interessante: il trentasei per cento dei chilometri percorsi dai mezzi Atb (in totale circa sette milioni e mezzo di chilometri) sono affrontati da veicoli elettrici, il trenta per cento con mezzi a metano. In totale un sessantasei per cento di veicoli ecologici. Da questo punto di vista è stato importante l’avvio del servizio di pullman a trazione elettrica sulla linea C che “abbraccia” la città lungo le due direttrici parallele di via Camozzi-Porta Nuova e di via Verdi-via Garibaldi.

Uno sguardo ai dipendenti: lavorano all’Atb circa trecentosessanta persone, altre quarantasei sono occupate alla Teb, in totale si va oltre i quattrocento dipendenti, una bella azienda. Ma quanto guadagna, quanto incassa questa azienda? Il gruppo Atb incassa in totale 35 milioni di euro (nel 2018, con un incremento di due milioni e mezzo rispetto al 2016).

Per saperne di più, leggete l’articolo a pagina 7 del PrimaBergamo in edicola fino al 23 gennaio, oppure sull’edizione digitale QUI

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia