#Rimaniacasa

Adesso Bergamo si deve fermare: l’invito ai suoi soci delle Botteghe di Città Alta

L'appello della associazione alle attività commerciali del borgo antico, «per il bene di tutti»

Adesso Bergamo si deve fermare: l’invito ai suoi soci delle Botteghe di Città Alta
Bergamo, 09 Marzo 2020 ore 14:47

Foto in apertura di @pasqualeb96

Da #BergamoNonSiFerma a questa volta ci fermiamo. Dopo la presa di coscienza del sindaco Giorgio Gori, che ha ammesso come, in questa delicata fase, la questione economica debba stare un passo indietro rispetto a quella sanitaria, anche la comunità delle Botteghe di Città Alta ha preso una decisione in questa direzione.

Con un post su Facebook, l’associazione che accorpa le principali attività commerciali del borgo antico di Bergamo, infatti, ha invitato, «vista la gravità della situazione, i suoi associati a chiudere almeno una settimana le attività, per ottemperare nel modo migliore alle misure del contenimento del contagio di cui all’art 1 lett.a) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 Marzo».

«Siamo certi così di seguire anche le direttive che il Sindaco di Bergamo ha annunciato ieri – ha ulteriormente spiegato l’associazione -. Chiediamo ai negozi di alimentari e di servizio a domicilio il sacrificio di continuare a lavorare per garantire l’approvvigionamento alle persone, soprattutto a quelle che non possono uscire. Ringraziamo tutti i dipendenti e collaboratori che stanno capendo la gravità della situazione e saranno costretti a ferie forzate».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia